OFFIDA – Torna il tanto atteso Torneo di Beach Volley organizzato dalla Consulta Giovanile di Offida. Quest’anno con immenso piacere è inserito all’interno del Memorial Sergiacomi all’interno di un’intera, intensa giornata di sport. Termine per le iscrizioni delle squadre: 7 settembre. Il modulo per l’iscrizione può essere scaricato direttamente dalla pagina dell’evento Facebook. (red)


 

Tra il silenzio di quasi tutti i media, continua la devastazione del vicino Parco Nazionale della Majella, causata da diversi incendi attivi da oltre due settimane. I Vigili del Fuoco stimano che alcune aree interessate si estendono per 450 ettari sul monte Morrone e per 500 a Pacentro (AQ). Altri 200 ettari sono in fiamme nella zona di Prezza-Raiano e Trione (AQ) e centinaia di ettari in altre zone. Gli incendi, dicono gli inquirenti, sono quasi certamente di origine dolosa. Polemiche accese sono scoppiate sul fatto che la Regione Abruzzo, con un patrimonio boschivo tra i più importanti d’Italia, non possegga ancora una flotta di elicotteri antincendio e che si è dovuto ricorrere a ditte private. (ap) 

In attesa del voto definitivo della commissione Bilancio e del successivo in Parlamento, previsto il 13 settembre, l’UE ha stanziato 1,2 miliardi di euro per la ricostruzione nelle zone del centro Italia colpite dal sisma di agosto 2016 e gennaio 2017.

Si tratta del più alto intervento finanziario del Fondo di Solidarietà UE, per il quale necessita una variazione del bilancio comunitario, vista la sua entità. Le somme copriranno il 6% della spesa complessiva stimata per la ricostruzione, che il Governo Italiano ha quantificato in 21,8 miliardi. La stima tiene conto dei danni diretti agli immobili pubblici e privati, alle infrastrutture, all’industria, al patrimonio culturale, alle reti di distribuzione di energia, acqua, gas.

Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione europea, ha dichiarato: “Non abbiamo dimenticato. Per la sua resilienza, il suo indomabile coraggio e la sua determinazione ad andare avanti, il popolo italiano merita tutta la nostra ammirazione. Avevamo promesso di non lasciare l’Italia da sola ad affrontare questa tragedia e ora onoriamo tale impegno. L’UE sosterrà l’opera di ricostruzione nelle quattro regioni colpite e contribuirà a finanziare il restauro della Basilica di San Benedetto a Norcia. Lavoreremo insieme al governo e alle autorità locali affinché le persone che vivono in queste regioni possano chiudere questo doloroso capitolo della loro storia e costruire un nuovo futuro”.

(ap)

OFFIDA – Il primo settembre, dopo numerose tappe, il Cantagiro torna al teatro Serpente Aureo, palcoscenico da cui partì lo scorso 13 Maggio. Quella di Offida sarà la penultima data del tour, che vede esibirsi cantanti tra i più talentuosi, selezionati da esperti del settore musicale.
Responsabile del Cantagiro per la provincia di Ascoli Piceno è l’agenzia Oriana Grandi Eventi di Simonetti Oriana. La giuria è composta da Giancarlo Fagotti, vincitore dello spot mondiale della Coca Cola, Gabriele Listrani, offidano doc, esperto di musica e canto, Fabio Rossi responsabile della radio online “Radiostudioerre.it” e Maurizio Alessandrini, coreografo che valuterà la presenza scenica.

Le serate saranno presentate da Domenico Marozzi e Fabio Rossi. Tra gli ospiti ci sarà anche uno spettacolo di danza Classica diretto dalla coreografa Silvia D’Emilio del Centro Studi Danza Classica di Ascoli Piceno. I cantanti che ancora devono aggiudicarsi la vincita e che si esibiranno il primo settembre sono: Elisa De Fugentis (Colonnella), Mersia Tribotti (Colonnella), Zoe Morlocca (Macerata), Silvia Grossi (San Benedetto del Tronto), Chiara Ferri (Roseto), Debora Montanari (Macerata), Mirko Sagripanti (Belmonte Piceno), Nancy Fazzini (Teramo), Gruppo di Iezzi Federico (Farindola).

La finale per le Marche si terrà il 2 settembre a Castel di Lama, durante la fiera del Santissimo Crocifisso. (red) 

Torna la “Pedalata del Santo”, manifestazione organizzata dall’A.S.D. Bicigustando in collaborazione con l’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto guidata dal sindaco Pasqualino Piunti. La splendida Riviera delle Palme, dunque, farà da palcoscenico a questa manifestazione prevista il 22 ottobre 2017, che darà l’opportunità a tutti gli amanti del pedalare senza ansia agonistica, l’opportunità di trascorrere una stupenda giornata prima dello stop invernale.

Due i suggestivi tracciati disegnati dall’organizzazione: il lungo di 93 chilometri e il corto di 73 chilometri. La partenza avverrà alla francese dalle ore 08,00 alle ore 9,00 da Piazza Giorgini, dove sarà posto anche l’arrivo. Quartier generale dell’evento sarà il ristorante Pala a Prora, che si trova vicino al faro, cioè a pochi metri da Piazza Giorgini, quindi in pieno centro. Come pacco gara i partecipanti riceveranno una bottiglia di ottimo vino Ciù Ciù.

Presso la rotonda Giorgini sarà allestita una fiera del cicloturismo, con interessanti espositori che saranno da richiamo per professionisti ed amatori. I ciclisti troveranno anche lo stand Piceno Open dove potranno ricevere informazioni e degustare gratuitamente i vini doc e docg del Piceno, l’olio extravergine di oliva dop e le olive ascolane.

Anche quest’anno molto curato sarà l’aspetto enogastronomico. Presso i ristori saranno presenti i banchi Piceno Open – Vinea Qualità Picena che offriranno assaggi gratuiti di vini docg e doc e prodotti della filiera bio. Particolare attenzione sarà data al ristoro ubicato in Piazza del Popolo, a Offida, dove oltre a tanto buon cibo biologico ci sarà anche musica di intrattenimento. Così come il ristoro di Montedinove, senza dimenticare il gustoso pranzo finale, anch’esso a base di prodotti del territorio, a cui seguiranno le ricche premiazioni per le società.

A seguire PREMIAZIONI MARCHE MARATHON 2017 inoltre verranno premiate le prime 10 società con il maggior numero di iscritti.

Appuntamento a San Benedetto del Tronto, dunque, per questa manifestazione che, inserita nel programma della festa in onore di San Benedetto, sarà un’occasione imperdibile per salutare amici e “avversari” prima della pausa invernale.

QUOTA D’ISCRIZIONE: La quota di iscrizione sarà di: euro 10,00 dal 03 agosto al 30 settembre, euro 13,00 dal 1° ottobre al 19 ottobre, euro 15,00 in loco cioè presso la segreteria nei giorni di sabato 21 e domenica 22 ottobre, Per le società con più di 10 iscritti la quota cadauno sarà di 13,00 euro

Maggiori informazioni QUI

Con il patrocinio delle amministrazioni comunali di Locorotondo e di Offida (AP), due tra i Borghi più belli d’Italia si ritrovano per un gemellaggio nel nome dell’enogastronomia, fiore all’occhiello dei due paesi. Offida, un borgo di 5.000 abitanti, oltre che per il Rosso Piceno e l’Offida Pecorino DOC, è famoso per alcune specialità culinarie. In particolare sono da segnalare i “funghetti”, mentre di recente è stata riscoperta e rilanciata con una apposita sagra un’altra specialità caratteristica: il “chichì ripieno”. 

Locorotondo presenterà panzerotti, braciole, polpette al sugo, il tutto accompagnato dai vini di quattro cantine locali. Sabato 2 settembre ci sarà anche la premiazione dei più bei balconi fioriti della città di Locorotondo. Ci saranno anche i balli popolari con il Gruppo Folk “Città di Locorotondo”- I Palumm du Curdunn e la comicità locale con Franco Curri e Silvana Topin. (Fonte: Borderline24)

OFFIDA – Con l’International Fof si è conclusa la lunga estate offidana. L’ultimo weekend di agosto ha trasformato la Città di Offida in un palcoscenico ideale per il teatro di figura, grazie alla direzione artistica della Compagnia Di Filippo Marionette. Ma il Figura Offida Festival nella sua seconda edizione – dopo aver saltato quella del 2016 perché era in programma pochi giorni dopo il terremoto del 24 agosto – è stato anche un momento di grande solidarietà con la parata di luce e di speranza, tenutasi il 26 agosto, che ha coinvolto i bambini di 5 Comuni terremotati: oltre a Offida, Colonnella, Montefortino, Acquasanta e Amandola.

“Una 3 giorni in cui si è respirata l’ internazionalità, con artisti di grande pregio e professionalità – ha commentato l’assessore alla Cultura, Isabella Bosano – Il Fof è stato un evento ricco di emozioni, poesia, divertimento e magia, adatto a un pubblico di ogni età. La degna chiusura di un’estate offidana che è stata davvero grandiosa”.

Per quanto riguarda i numeri, sono state 14 le compagnie provenienti da tutto il mondo, anche dall’Australia e dal Giappone, che si sono esibite nei 3 giorni del Fof in 75 spettacoli; il presidente della Pro Loco – che per indole non ama sbilanciarsi – ha stimato ben oltre 10 mila presenze. “Abbiamo avuto un pubblico, formato da adulti e bambini, davvero fantastico, colto, attento, e rispettoso degli ambiente del centro storico di Offida – continua Tornino Pierantozzi – Lo spessore degli spettacoli è stato di altissimo livello e tutta l’organizzazione, sia artistica sia quella che ha curato l’accoglienza, è stata all’altezza. C’è stato tanto lavoro e anche sacrificio, soprattutto economico, ma abbiamo ottenuto risultati ottimi. Ne è valsa davvero la pena”.

Al termine del festival una giuria capeggiata dall’artista italo-australiano, Sanjiva Margio, ha decretato un vincitore e ha assegnato il “Premio Tassi” alla compagnia Trukitrek. “ In realtà non crediamo nella competizione fra artisti differenti – hanno precisato Remo Di Filippo e Rhoda Lopez della Compagnia Di Filippo Marionette – ma abbiamo pensato a un premio per ricordare l’artista offidano e caro amico Alfredo Tassi attraverso la gioia, la condivisione e il teatro. Questa edizione del Fof ha superato le nostre aspettative. Il tutto è riuscito così come lo avevamo immaginato, soprattutto la parata e il pubblico si è dimostrato ordinato e molto generoso con tutti gli artisti. Ciò è stato possibile grazie al grande lavoro di squadra che ho  potuto contare su tantissimi volontari.”.

Un lavoro di squadra che anche il Sindaco Valerio Lucciarini ha sottolineato tornando a ribadire la forza del “metodo Offida”: “Di fronte a un obiettivo comune a Offida si fa squadra. Grande è la collaborazione tra l’Amministrazione, le associazioni e i cittadini ed è grazie a questa continua sinergia che nascono eventi di successo come il Fof. Il successo di quest’estate 2017 la considero anche la nostra risposta a tutte le criticità che abbiamo dovuto affrontare nell’ultimo anno”. (red)

Il fumo è visibile da Offida e da un ampio raggio di territorio tra Marche e Abruzzo. Anche lungo le pendici della Montagna di Campli (Monte Foltrone), come in decine di siti in Italia, è scoppiato un incendio che da stamattina sta impegnando i Vigili del Fuoco di Teramo. Le fiamme si sono sviluppate da tre distinti focolai che ne avvalorano l’origine dolosa. Sul posto sono operative squadre della Protezione Civile. 

(ap) 

di Alberto Premici

 

Non bastassero i problemi creati dal recente terremoto ad Ischia, da quelli ancora irrisolti del sisma 2016 – 2017 nel centro Italia e la prolungata siccità, da qualche giorno siamo in piena emergenza incendi boschivi, in molte regioni della Penisola.

Solo oggi sono state ben 34 le richieste d’intervento aereo con Canadair ed elicotteri, ai quali si sono aggiunte le squadre a terra dei Vigili del Fuoco, che dall’alba cercano di domare diversi focolai in tutta la penisola.

Il Centro Operativo Aereo Unificato del Dipartimento delle Regioni, ha coordinato 9 interventi nel Lazio, 8 in Campania, 6 in Abruzzo, 4 in Calabria, 2 in Sicilia, 2 in Basilicata, 1 in Toscana, 1 in Umbria e 1 nel Molise.

Nel vicino Abruzzo brucia da una settimana il monte Morrone, con le fiamme che ormai lambiscono l’antico eremo di San Pietro a 1379 m.s.l.m. Un luogo di straordinaria importanza, in quanto zona ove visse da eremita Pietro da Morrone, successivamente eletto Papa con il nome di Celestino V.

Pietro, dopo aver subito ingerenze politiche ed economiche da parte di Carlo d’Angiò, rinunciò al pontificato per ritirarsi nuovamente nella preghiera e nella meditazione. Ricorda, e non poco,  la recente scelta di Papa Ratzinger, anch’egli costretto al “gran rifiuto” per ragioni diverse.

Nel reatino, ad Antrodoco, brucia un bosco sulle pendici del monte Giano dove, da quasi 80 anni, giganteggiava la scritta “DUX” (foto) composta da pini ed altre essenze autoctone.

Venne realizzata nel 1939 dalla Scuola Allievi Guardie Forestali di Cittaducale, con il contributo di numerosi giovani del posto, come omaggio a Mussolini. Non di rado, quando la Salaria era l’arteria preferita per raggiungere Roma, gli automobilisti sostavano ad Antrodoco per un caffè e per ammirare la singolare opera di ingegneria ambientale.

Le previsioni meteo non promettono niente di buono e non agevolano di certo l’opera dei soccorritori, che da giorni sono impegnati nello spegnimento degli incendi e nella bonifica delle zone. L’ondata di caldo si farà sentire fino a martedì, con punte fino a 38°.

Il vescovo Giovanni D’Ercole, ad un anno esatto dal sisma che ha colpito il nostro territorio, fa il punto sull’impegno della Diocesi di Ascoli Piceno, in particolare di quanto si sta facendo per i giovani e per la valorizzazione del territorio. L’obiettivo è dare nuove prospettive lavorative e un contributo alla ricostruzione generale, attraverso la creazione di una ‘Bottega della speranza’, con lo scopo di  recuperare l’artigianato locale. In cantiere anche la creazione di una scuola professionale di restauro delle opere d’arte. «Ci sarà da fare parecchio – dichiara il vescovo -. Abbiamo pensato di dare ai ragazzi questa possibilità. Nel nostro piccolo, vogliamo dare il nostro contributo senza pensare di risolvere da soli i problemi».  La diocesi ha avviato la realizzazione di tre centri comunitari ad Offida, Montegallo e Acquasanta Terme, come già fatto ad Arquata del Tronto. Proprio in occasione del primo anniversario del sisma, Arquata ospiterà nel proprio centro 50 volontari provenienti da Padova. A Pescara del Tronto, altra località colpita pesantemente dal terremoto, la Diocesi di Ascoli Piceno ha completato la nuova chiesa nel villaggio sorto con le soluzioni abitative d’emergenza. (ap) 

ANCONA- Dopo aver ricordato la sequenza sismica che dal 24 agosto 2016 al 18 gennaio 2017 ha colpito un terzo del territorio marchigiano, il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, nel corso di una conferenza stampa, ha fatto il punto della situazione ad un anno dalla prima scossa che purtroppo registrò anche la perdita di vite umane ad Arquata del Tronto. “Un anno di duro impegno da parte delle istituzioni regionali – ha subito detto Ceriscioli – per rispondere a una parte di cittadini marchigiani che si sono trovati per una serie inusitata di scosse, tra cui la terza più potente della storia sismica del nostro Paese, senza abitazione e senza attività lavorativa.

Ad oggi abbiamo tutti gli strumenti per la ricostruzione, risorse economiche e norme operative ed è un fatto eccezionale in tempi così stretti avere le risorse necessarie. Un fatto non scontato alla luce di passate crisi sismiche. Quindi è una bugia strumentale continuare a dire che non ci sono risorse e non lo può dire soprattutto chi le ha già prontamente e lautamente ricevute in termini di milioni di euro per ricostruire strutture. Non è un discorso di mancata informazione o di troppa burocrazia, ma solo un modo di chi cerca un facile consenso scaricando le proprie responsabilità sulla Regione. La collaborazione fra Enti locali e Istituzioni regionali – ha affermato – deve continuare in misura maggiore proprio ora, coinvolgendo anche le Province nel processo di ricostruzione per un coordinamento territoriale. Abbiamo 78 cantieri aperti – prosegue Ceriscioli – per riportare le persone nei borghi con la consegna delle casette che saranno assegnate tutte entro la fine dell’anno e già domani ne consegneremo un altro lotto a Fiastra. Una macchina operativa a pieno regime anche quella delle macerie: 125 mila tonnellate già rimosse, l’80% di quelle pubbliche. Solo per fare un paragone, con il terremoto dell’Aquila, a distanza di un anno furono rimosse 50 mila tonnellate.

Un lavoro importante quindi non solo in quantità ma anche in qualità ambientale e sociale, con la separazione dei materiali pericolosi come l’amianto e anche con la restituzione alle famiglie dei beni personali ritrovati , fino alle fotografie. Per l’Agricoltura poi è stato un anno ancora più orribile, gli agricoltori e gli allevatori marchigiani colpiti incessantemente, dal terremoto, poi la neve e ancora oggi la siccità. Il 90% delle stalle sono state realizzate e moltissimi allevatori hanno deciso, dopo una scelta di realizzazione autonoma, di ritornare alla realizzazione attraverso le procedure regionali. Un altro fatto da segnalare come fondamentale per dare risposte concrete anche a chi continua a cavalcare l’onda della protesta sono gli investimenti fatti: in un anno solo per le Marche sono stati stanziati più di 1 miliardo di euro tra Piano Scuole e delle strutture sanitarie, rilancio turistico del territorio e delle imprese, dissesto idrogeologico agricoltura, ripristino delle strade , sanità, beni culturali e promozione. Il Governo quindi non solo ha emanato norme fondamentali ( che per la prima volta riguardano anche le seconde case,) ma ha stanziato fondi importantissimi per la ripartenza e su cui contare. Non solo per fronteggiare l’emergenza e l’immediato ma che comporta una visione più profonda che guarda al futuro, alla ricostruzione anche di un ‘economia che funzioni e alla costruzione di condizioni che permettano ai cittadini di tornare a vivere nei loro territori di origine.

Nella fase della ricostruzione ci sarà, come il governo si è impegnato, un ruolo ancora più decisivo delle Regioni e degli enti territoriali. Dobbiamo ragionare in termini di prospettiva – ha concluso il presidente – e disponiamo di tutto ciò che serve per guardare avanti con fiducia. “ ( ad’e – Fonte: Regione Marche)


 

Il Ministero della salute, in collaborazione con le autorità sanitarie regionali e il Comando Carabinieri per la tutela della salute,  ha proseguito nella scorsa settimana un’intensa attività di monitoraggio su uova, prodotti derivati e alimenti che li contengono, sia di provenienza estera che nazionale, per la ricerca di eventuali contaminazioni da insetticida fipronil

Al momento sono stati rilevati due casi positivi: uno in un centro di imballaggio nelle Marche e il secondo in un laboratorio artigianale di pasta nel Lazio. A Milano è stata sequestrata una partita di omelette. I casi sono stati segnalati alle Regioni e Asl competenti territorialmente per ulteriori accertamenti sulla fonte di contaminazione e l’adozione di eventuali provvedimenti. Non si conoscono i nomi delle aziende coinvolte, nonostante le pressioni della Coldiretti, che chiede vengano resi pubblici, come avvenuto in Francia.

 (ap) 

ISCHIA – Scossa di terremoto a Ischia di magnitudo 3.6, successivamente aggiornata a 4.0, registrata alle ore 20,57. Crolli a Casamicciola, dove il 28 luglio 1883 un sisma di magnitudo 5,3 causo’ 2.300 morti. Epicentro a 1 km in mare e 5 km di profondità. 

Al momento si contano due vittime, 10 dispersi e 26 feriti. Evacuato per inagibilità l’ospedale di Lacco Ameno. Il sisma è stato avvertito in tutta l’area flegrea. Subito attivata la Protezione Civile locale e i Vigili del Fuoco. Alcune abitazioni in altura non sono ancora state raggiunte dai soccorritori. La stima di danni a persone ed abitazioni è quindi suscettibile di variazioni. 

22 agosto 2017

Continuano le attività di ricerca e soccorso delle persone che risultano ancora disperse a seguito del terremoto che ieri sera ha colpito l’isola di Ischia, in particolare i comuni di Casamicciola e Lacco Ameno. Nella notte, i soccorritori, dalle macerie della palazzina in località La Rita del comune di Casamicciola, hanno recuperato, in vita, il più piccolo dei bambini intrappolati. Rimane, invece, di una persona il bilancio dei morti recuperati comunicato dalla prefettura di Napoli: si tratta della donna rimasta coinvolta nel crollo della chiesa di Santa Maria del Suffragio. Durante la notte, grazie a tre corse appositamente organizzate sotto il coordinamento del Comando generale delle Capitanerie di Porto, hanno lasciato l’isola 1.051 persone che sono state accolte a Pozzuoli dai volontari della Croce ROSSA Italiana (CRI) prima di allontanarsi autonomamente. Per coloro che, invece, hanno bisogno di assistenza sull’isola sono stati allestiti, nei due comuni maggiormente colpiti e nei porti di Casamicciola e Ischia, punti di prima assistenza da parte dei volontari di protezione civile della regione Campania e della CRI. Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, insieme al Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Bruno Frattasi, si sta ora recando sull’isola per svolgere in loco – dopo i continui contatti tenuti attraverso il Comitato Operativo nel corso della notte – una riunione operativa con le istituzioni locali per fare il punto sulla situazione in atto. (fonte: Allarme Meteo Italia)
(ap) 
 

FIGURA OFFIDA FESTIVAL – Programma completo

L’international FOF è un festival di teatro in strada incentrato sul teatro di figura (marionette, burattini, pupazzi, teatro d’oggetto) e la partecipazione di alcune compagnie di altre discipline teatrali (magia, clownerie, teatro di strada). Si svolgerà ad Offida il 25/26/27 agosto con spettacoli dislocati per le vie e piazze del paese. Ci saranno 14 compagnie internazionali, provenienti da Italia, Argentina, Spagna, Giappone, Colombia, Nuova Zelanda ecc. Gli spettacoli sono pensati per un pubblico familiare e sono adatti a tutti. La programmazione partirà alle 17:00 e continuerà fino alle 24:00 con circa 30 spettacoli giornalieri, tutti ad ingresso libero, e a fine serata, nelle prime due giornate del festival, ci sarà la festa conclusiva con la musica di DJ Inko che arriverà direttamente dai locali londinesi ad Offida.

16 – 23 Agosto – SANTUARIO BEATO BERNARDO di Offida

PROGRAMMA RELIGIOSO

16 – 19 Agosto – ore 21,00 – S. Rosario, Preghiera al Beato e Benedizione

20 – 21 Agosto  ore 20,30 – S. Rosario, ore 21,00 – SANTA MESSA

Martedì 22 Agosto – ore 20,00 – SANTA MESSA – Seguirà Solenne Processione per le vie di Offida – Presterà servizio il Corpo Bandistico “Città di Offida”

Mercoledì 23  Agosto – ore 7,00 – 8,00 – 9,00 -10,00 11,00 – 12,00 – SS. Messe, ore 9,00 S. Messa dei Missionari Cappuccini presenti nelle Marche, ore 11,00 – Solenne Eucarestia presieduta da S.Ecc.Mons. Don Giovanni D’Ercole, Vescovo della Diocesi di Ascoli Piceno. Nel pomeriggio Messe ore 17,00 / 18,00 / 19,00. ore 19,00 – Messa del Padre Provinciale Fra’ Marzio Calletti

PROGRAMMA RICREATIVO
Sabato 19 Agosto – ore 21,45 – CACCIA AL TESORO (per grandi e piccini)

Domenica 20 Agosto – ore 21,45 – Spettacolo di magia con “FRATE MAGO” (Frà Gianfranco Priori) e il mago Luca al suo debutto accompagnati dalla “Free Live Orchestra” diretta dal M. Ciro Ciabattoni

Lunedì 21 Agosto – ore 21,45 – Serata insieme per Giochi senza frontiere

Martedì 22 Agosto – ore 22,00 – Frà Emanuele e i Giullari del Gran Re in concerto “Lascia che sia un riverbero d’amore”

Mercoled’ 23 Agosto – Mattino in festa con il Corpo Bandistico Città di Offida per le vie della Città

ore 18,00 – 8° mostra cinofila “NON SOLO BELLI” – Esibizione con cani da lavoro e compagnia

ore 21,30 – “Uno spettacolo di serata” tributo a Vasco con Vizi e Virtù e la comicità di MAURIZIO SANTILLI – Presenta LUCA SESTILI

ore 24,00 – SPETTACOLO PIROTECNICO offerto da: Euro Servizi – Noleggio e Vendita veicoli per l’ecologia – Offida (tel. 0736 880967)

Nei giorni del triduo e della festa: PESCA DI BENEFICENZA. Nei giorni 20 – 21 – 22 – 23 Agosto – CENA AL SANTUARIO – Saranno in funzione STAND GASTRONOMICI. 

​La manifestazione lirica si concluderà con La Traviata ma sarà prevalentemente dedicata a Rossini, anticipando così i grandi festeggiamenti che si terranno ne 2018 per i 150 anni dalla sua morte

OFFIDA –  Con la prossima edizione del Festival dell’Opera di Offida ci si affaccerà al 150° anno dalla morte di Giacomo Rossini, anticipando di qualche mese i grandi festeggiamenti che si susseguiranno per tutto il 2018. La manifestazione lirica inizierà il 5 e terminerà il 10 settembre con La Traviata. “Come mai la Traviata? – ha commentato il vice sindaco Isabella Bosano – Perché è l’opera che si posizione a cavallo tra il primo e il secondo ‘800, tra la dimensione idealistica dell’opera a quella realistica dell’opera. Una sorta di passaggio di testimone che prepara alla stagione del 2018”
L’inaugurazione del Festival ci sarà il 5 settembre alla Chiesa Collegiata di S. M, Assunta, alle ore 21;15, con la “Petite Messe Solennelle” di Rossini eseguita al pianoforte e harmonium con solisti e coro e diretta dal maestro Stephen Kramer.

Giovedì 7 settembre sarà invece presentato il libro “Rossini Gourmet” all’Enoteca regionale, con cena ispirata ai piatti amati d Rossini, accompagnata da celebri arie rossiniane. “Un lavoro certosino che si basa sulla raccolta epistolare di Rossini, che comprende circa 3 mila documenti – spiega l’autore del libro Giuseppe Giovanetti – A differenza di quello che si pensava, il compositore pesarese non era un cuoco, ma un vero e proprio gourmet: le amicizie che instaurava nei suoi viaggi in Italia e in Europa gli hanno consentito di scoprire tanti prodotti culinari che riceveva anche spesso in dono. Grazie alla sua amicizia con Vitali, per esempio, conobbe le olive ascolane che non erano propriamente come le intendiamo oggi. Dirò di più durante la presentazione del libro”.

Venerdì 8 settembre al Serpente Aureo si terrà un concerto lirico, “Omaggio al bel canto” che sarà di fatti un viaggio nel mondo dell’opera lirica nella prima metà dell’ottocento.

Sabato 9 alle ore 18:30, presso lo showroom Ciù Ciù, la professoressa Daria Della Croce presenterà La Traviata, che andrà in scena domenica 10 settembre alle ore 18:30. L’opera sarà diretta dal Maestro Marco Gatti, con l’orchestra da camera “Benedetto Marcello” di Teramo il Coro Lirico Romano e la regia di Stefano Piacenti.

“Abbiamo pensato a un festival con tanti giovani talenti– hanno commentato i direttori artistici Ambra Vespasiani e Ettore Nova – portiamo avanti il discorso del recupero della tradizione lirica. Viviamo nella regione con più teatri d’Italia, ma molti sono chiusi. Dobbiamo aiutare gli artisti a esibirsi ma anche rieducare i più giovani all’opera”. (red) 

OFFIDA – Largo della Musica – 20 agosto 2017, ore 21:30

Organizzazione: Fondazione Lavoroperlapersona

Con questa iniziativa la Fondazione prosegue un originale percorso educativo, per dare possibilità di ascoltare, conoscere e fare esperienza diretta con il linguaggio dell’arte e del territorio. Il programma rappresenta un’occasione senza eguali per accrescere conoscenza e sensibilità: una serata estiva differente e ad alta intensità emotiva all’interno del Largo della Musica, uno degli angoli più belli di Offida.

L’occasione per queste lezioni d’arte, a servizio di una nuova generazione di cittadini, è ispirata dal ricordo della persona e delle opere dello scultore offidano Aldo Sergiacomi, queste ultime ospitate nel Museo Aldo Sergiacomi (www.museosergiacomi.it) trasformato ora in Laboratori didattici e sede della Fondazione Lavoroperlapersona.

Precedenti incontri:

– Cultura e arte a servizio dei cittadini: Tesori nascosti d’Offida, Offida (AP), 18 Agosto 2013, relatore: Stefano Papetti, Storico dell’Arte.

– Aldo Sergiacomi e la poetica del vero tra Otto e Novecento, Offida (AP), 17 Agosto 2014, relatore: Nunzio Giustozzi, Archeologo e Storico dell’Arte.

– Raffronti, antitesi e consonanze in terra marchigiana da Aldo Sergiacomi ad Osvaldo Licini, Offida (AP), 16 Agosto 2015, Stefano Bracalente, Storico dell’Arte

– Storie di luce. Guardando a Sergiacomi bronzista, Offida (AP), 21 agosto 2016, Vincenzo di Gennaro, Storico dell’Arte.

Aldo Sergiacomi in Piazza – Edizione 2017

L’edizione del 2017 si svolgerà domenica 20 agosto alle ore 21:30 presso il Largo della Musica della città di Offida ed avrà come titolo Le merlettaie: storie di lavoro, generazioni e comunità. L’iniziativa esplorerà uno dei lavori iconici dell’artista Aldo Sergiacomi, cioè il monumento in bronzo dedicato alle “Merlettaie”.

Come noto, il monumento è posto all’ingresso della città, proprio a testimonianza della grande importanza che il merletto a tombolo ha per gli offidani. Si tratta, infatti, di un’arte molto antica che viene tramandata di generazione in generazione, permettendo la realizzazione di veri e propri capolavori artigianali. Il monumento mette in evidenza la continuità della tradizione, rappresentando tre generazioni a confronto: da sinistra verso destra l’anziana nonna che segue attentamente il lavoro della giovane madre e della bambina, molto presa nell’apprendere le prime tecniche di lavorazione.

La scultura di Sergiacomi, proprio per questo, disegna uno spazio civile dove il tempo di vita e quello del lavoro si riconciliano attraverso un equilibrio virtuoso tra spazio pubblico e privato, tra sofferenza e piacere. È in questa cornice di legami e di saper fare che si esalta il senso del lavoro come occasione quotidiana di realizzazione. Un’operosità che – assecondando tecniche e sapienze – cerca il lavoro ben fatto e a regola d’arte, guardandolo come una fonte di soddisfazione e pienezza.

La Fondazione narrerà questo rapporto generazionale intrecciando a esso il tema del tempo e della comunità, offrendo un intreccio di storie e immagini in piazza grazie all’intervento della professoressa Antonella Nonnis – architetto e direttrice dell’EcoMuseo della Valle dell’Aso – e dell’Associazione Il merletto di Offida, supportati dagli intermezzi musicali della EllePì Band.

Programma – 20 agosto 2017

Ore 21:30 – Introduzione musicale – a cura della EllePì Band

Ore 21:45 – Indirizzi di Saluto – Gabriele Gabrielli, Presidente Fondazione Lavoroperlapersona

Ore 21:50 – I Laboratori Didattici Museo Aldo Sergiacomi – Giorgio Tintino, Fondazione Lavoroperlapersona

Ore 22:00 –  Le merlettaie: storie di lavoro, generazioni e comunità: Antonella Nonnis, architetto e direttrice EcoMuseo della Valle dell’Aso

Associazione Il Merletto di Offida

Ore 22:45 – Chiusura – a cura della EllePì Band

Info


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet 

 

Facendo seguito ai numerosi interventi che negli ultimi giorni hanno posto dubbi sulla struttura delle misure dirette a garantire, nelle zone del sisma del centro Italia, l’esenzione da tasse e contributi, si conferma che la fruizione dei benefici previsti dalla normativa potrà avvenire, per ciascun destinatario, nella misura del 100% per ogni singola annualità. Le percentuali indicate nell’articolo 10 della circolare MiSE 4 agosto 2017 costituiscono limiti complessivi di copertura come previsti dalla norma e non già limiti di fruizione individuale. 

OFFIDA – Sabato 2 e domenica 3 settembre debutta la nuova rassegna street food organizzata da Picenum Tour: in piazza del Popolo e nelle vie del borgo panini “firmati” da chef e locali. 

I migliori ingredienti del territorio, abbinamenti insoliti, saperi e sapori artigianali per riscoprire il cibo locale in versione street: sabato 2 e domenica 3 settembre debutterà a Offida (Ascoli Piceno) “Taste of Piceno”, la nuova rassegna di burger gourmet ideata dall’Associazione Picenum Tour.
Per due serate, a partire dalle ore 18, Piazza del Popolo e i vicoli del borgo storico diventeranno una grande arena del gusto, dove alcuni tra i più rinomati chef del territorio piceno e delle Marche, insieme alle attività locali, presenteranno originali reinterpretazioni del classico burger, preparate con materie prime tradizionali di mare e di terra. Tredici diverse interpretazioni di panini gourmet, accompagnate da alcuni prodotti tipici del territorio (tra cui le immancabili olive ascolane, i cremini fritti e il tradizionale Chi Chi ripieno) scandiranno un inedito percorso del gusto dall’ingresso del centro storico fino alla piazza principale di Offida.
“Il cibo di strada, fortemente riscoperto negli ultimi anni in Italia non è una novità recente” spiegano gli organizzatori della Picenum Tour. “Per secoli, fin dai tempi dei romani, è stato il principale nutrimento del popolo, che spesso viveva in case senza cucina o mangiava un boccone durante una pausa dal lavoro. Da questa idea di “boccone” abbiamo voluto creare “Taste of Piceno” per raccontare i migliori prodotti e la tradizione gastronomica della nostra terra in una formula semplice: tanti assaggi gourmet e accessibili a tutti da condividere mangiando insieme lungo le strade o in piazza”.
Ad accompagnare i burger creativi degli chef saranno i vini tipici del territorio (Offida Passerina Docg, Offida Pecorino Docg e Rosso Piceno Doc), birre artigianali e bibite analcoliche di produttori locali. A completare il viaggio di sapori en plein air ci non mancherà un lato dolce della serata con delizie di gelato e di pasticceria. 
L’ingresso all’evento è gratuito, sarà possibile acquistare i coupon delle degustazioni nei giorni dell’evento direttamente sul posto, all’ingresso del centro storico e in Piazza del Popolo. Il programma completo dell’evento è disponibile sulla pagina Facebook di Picenum Tour. (red) 

ATTRAVERSO IL LAVORO – Ritrovare casa, riscoprire la persona – Film Festival Offida 2017 – Offida (AP) – 15/16/17 Settembre 2017.

Attraverso il lavoro. Ritrovare casa, riscoprire la persona è il titolo che ­la Fondazione Lavoroperlapersona ha scelto per il Film Festival Offida 2017, in continuità con l’Edizione 2015 che aveva per titolo Trovarsi Altrove. Il lavoro, in quanto espressione della persona e della sua dignità, costituisce l’elemento essenziale attraverso il quale sentirsi “a casa” e ritrovare una appartenenza nel tempo e nello spazio per ricostruirsi progettando il futuro e riscoprirsi dissotterrando il passato.

Infatti, il lavoro è il pilastro fondamentale sul quale ricostruire un nuovo spazio da abitare, generare e rigenerare una comunità grazie a processi virtuosi di integrazione, accogliendo coloro che sono costretti ad abbandonare le loro case. Un tema che coinvolge anche l’identità europea ed i suoi valori, un luogo che stenta a riconoscersi come casa comune e accogliente non solo per chi ci abita, ma anche per chi ci arriva in cerca di un nuovo posto da sentire “proprio”.

Il lavoro è, quindi, la chiave per ripartire, condizione necessaria per non abbandonare i “propri” luoghi, anche quando questi vengono scossi e distrutti senza alcun preavviso e ci si ritrova, soli, con le proprie macerie. Ricostruire casa, in questo senso, non può non passare attraverso la ricostruzione del tessuto sociale e lavorativo poiché entrambi volani imprescindibili attraverso cui ricostruirsi, soprattutto, come persone e come comunità.

Il lavoro, infine, rappresenta la leva per ripartire e per riscoprirsi persone, anche se le continue trasformazioni che esso subisce nell’epoca delle rivoluzioni digitali ed economiche non sempre gli permettono di essere un terreno solido sul quale progettare. Ed è proprio per questo che si impone una riflessione a tutto campo sull’uomo, sul limite e il confine del suo esistere all’interno di una “casa” che chiede di essere vissuta autenticamente sia nelle sue opportunità che nelle sue fragilità.

La riflessione della Fondazione Lavoroperlapersona si rivolge, dunque, alle esperienze e ai racconti di chi, attraverso il lavoro, è ritornato ad abitare il proprio tempo ed il proprio spazio, arrivando, forse inaspettatamente, a riscoprire e ricostruire un luogo da chiamare casa.

VENERDÌ 15 – 10.30 – TEATRO SERPENTE AUREO – Ritrovare casa – Proiezione riservata alle scuole secondarie di primo grado: UP! regia P. Docter e B. Peterson. Ospite: l’associazione di psicologi dell’emergenza Sipem SoS Marche racconta ai ragazzi di Offida il progetto “Una scuola resiliente”.

17.30 – TEATRO SERPENTE AUREO – Apertura Film Festival Offida 2017 – Ricostruire casa attraverso il lavoro – Proiezione di estratti provenienti dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e cortometraggio di G. Panozzo. Indirizzi di saluto: Gabriele Gabrielli Presidente Fondazione Lavoroperlapersona, Valerio Lucciarini de Vincenzi Sindaco di Offida. Ospiti: Paolo Esposito, USRC Ufficio Speciale per la Ricostruzione Comuni del Cratere – Sisma Abruzzo 2009; Cesare Spuri, coordinatore dell’USR per ricostruzione sisma Marche 2016; Antonella Tarpino, storica, autrice de “Il paesaggio fragile”; Marco Romani, presidente della Fondazione Giulio Pastore. Introduce e modera: Asmae Dachan, giornalista.

19.30 – TEATRO SERPENTE AUREO – Ricostruire casa per la persona. Ospite: Enzo Eusebi, ingegnere ed architetto, fondatore di Nothing Studio.

21.00 – TEATRO SERPENTE AUREO – Ritrovare casa attraverso il lavoro. Proiezione: Benvenuti… ma non troppo, regia A. Leclère, Francia 2015. Ospite: Stefano Calabrò, sindaco di Sant’Alessio in Aspromonte.

SABATO 16 – 10.30 – TEATRO SERPENTE AUREO – Ritrovare la persona attraverso il lavoro. Proiezione: Si può fare, regia G. Manfredonia, Italia, 2008. Ospiti: Emidio Mandozzi, Locanda Centimetro Zero, Claudio Siepi, Radio Incredibile, Lega del Filo d’Oro.

15.00 – TEATRO SERPENTE AUREO – Riscoprire casa attraverso il lavoro. Proiezione: Il grande disastro europeo, regia A. Piras, Gran Bretagna 2015. Ospite: Pietro Celotti, T33.

17.00 – TEATRO SERPENTE AUREO – Ricostruire casa attraverso il lavoro: Tavola Rotonda. Proiezione: Attraverso il lavoro, regia G. Panozzo, Italia, 2017. Ospiti: Marco Bentivogli, segretario generale della FIM-CISL; Luca Alici, ricercatore di Filosofia Politica presso Università di Perugia; Paolo Isobettini, presidente Daje Marche; Massimo Focacci, Vissana Salumi. Introduce e modera: Maria Cristina Origlia, coordinatrice editoriale de “L’Impresa”, gruppo Sole24Ore.

21.00 – TEATRO SERPENTE AUREO – Spettacolo Teatrale: Chet in the Sky di e con B. Folchitto, C. Santucci e D. Cordisco

DOMENICA 17 – 10.30 – TEATRO SERPENTE AUREO – Riscoprire la persona attraverso il lavoro. Ospiti: Letizia Bellabarba, GUS Gruppo Umana Solidarietà; Stefano Cesetti, direttore Resto del Carlino – redazione di Fermo.

11.00 – TEATRO SERPENTE AUREO – Riscoprire la persona attraverso l’arte. Ospite: Responsabili progetto Epicentro 11.

11.30 – TEATRO SERPENTE AUREO – Chiusura Film Festival Offida 2017 – Ritrovare casa: Ricostruirsi e riscoprirsi attraverso il lavoro. Lectio magistralis di Roberto Mancini, professore ordinario di Filosofia Teoretica presso Università di Macerata.

MOSTRE FOTOGRAFICHE: 

– Dalla Culla dell’Umanità di Mario Dondero a cura della Fototeca della Provincia di Fermo. Una selezione di quaranta immagini tratte dai viaggi di Dondero in Africa, da cui emerge l’attenzione del fotoreporter italiano per la vita quotidiana che si svolgeva nei mercati, al lavoro, in famiglia. La mostra sarà allestita nello spazio espositivo dell’Ex Convento di San Francesco.

– Mostra collettiva di Ramona Montani, Diletta Catà e Alessio Beato in collaborazione con il GUS – Gruppo Umana Solidarietà. Un reportage fotografico di trenta foto sui luoghi del sisma nella difficile fase post-terremoto attraverso tre sensibilità, tre esperienze, tre prospettive. La mostra sarà allestita all’interno dello spazio espositivo Showroom CiùCiù in Piazza del Popolo.

Gli eventi del Film Festival Offida 2017 sono ad ingresso gratuito tranne lo spettacolo Chet in the Sky: costo del biglietto 5,00.

FONDAZIONE LAVOROPERLAPERSONA

film festival 2017 2

 


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet 

Shopping con promozioni e sconti fino a tarda notte, gastronomia, animazione per bambini, arte e musica. Il 16 agosto torna a Offida la Notte Aurea.
“Nella movimentata estate offidana – ha commentato l’assessore al Commercio, Isabella Bosano –  non poteva mancare una notte interamente dedicata a commercio. Soprattutto dopo un periodo duro a causa del terremoto e della neve. Tantissime saranno le iniziative che si svolgeranno per tutto il centro storico con sconti e tanti eventi che andranno dalla musica e arte, in ogni suo aspetto, e all’enogastronomia”

Un momento per Offida per promuovere le proprie tipicità locali e per far scoprire al turista le bellezze di uno dei Borghi più Belli d’Italia. A questo proposito rimarranno aperti fino a tardi anche Monumenti e Musei.

“Siamo sempre aperti a una collaborazione con i commercianti – continua la Bosano –  e ci teniamo che siano coinvolti e che lo diventino sempre di più, in tutti gli eventi e manifestazioni”.

Alla presentazione hanno partecipato lo show room Ciù Ciù, che offrirà degustazioni gratuite per tutta la notte, il negozio Jeans Club Boutique; Fior di Farina che presenterà il maccheroncino Aureo;  e l’immobiliare La Tua Casa, che intratterrà i turisti interessati a acquistare case nel territorio.

Di seguito luoghi, orari di tutti gli eventi:
Borgo Giacomo Leopardi, musica live di Voce tra le corde (dalle ore 21);

Bambinopoli musica live Carlo (ore 21); 

Corso Serpente Aureo Blue Night Acoustic Versione (ore 21) l’Avis e il Truccabimbi (20:30);Music Live Aperitivo diffuso (19:30) e A.S.D Tango Rodolfo (ore 22); 

Piazza Forlini ci sarà uno spazio dedicato alla musica e canti tradizionale (ore 20);

Piazza del Popolo, Lucio Matricardi &Band e un artista che realizza le sue opere con la sabbia; 

Largo Centroni l’associazione Utopia presenterà “Il luogo del gioco possibile”;

Piazza XX settembre il Gianky all Music Onemanband (19:30).

Giovedì 10 agosto 2017 21:30 – Piazza del Popolo – Offida (AP) – TOUR ESTIVO 2017 – ENRICOMINCIO DA ME

Uno spettacolo di Enrico Brignano, scritto con Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo, Massimiliano Giovanetti, Luciano Federico con Ettore Massa e Pasquale Bertucci e Michele Marra

Varcato il traguardo del mezzo secolo, a 50 anni tondi tondi, Enrico Brignano non smette di farsi domande. Soprattutto, si chiede se ciò che è diventato è stato il frutto consapevole delle scelte fatte, un disegno del destino oppure una gran botta di cu… riosa casualità. Campione indiscusso del teatro italiano, amato dal pubbli- co che lo premia con la sua folta presenza ad ogni spettacolo, Brignano è arrivato ai 30 anni di carriera. Ecco perché decide di rimettersi in discussione. Cosa lo ha condotto dov’è ora?
Enrico intraprende un viaggio nel tempo, attraverso un’analisi attenta di ciò che è stato, ritrovando vecchie conoscenze, strane figure, forse ombre o forse realtà; rinfrescando brani storici della sua comicità, si pone di fronte a bivii da ripercorrere prendendo una strada diversa da quella già fatta, per il gusto di scoprire dove lo avrebbe condotto. Tra i suoi pezzi forti e nuove situazioni comiche, accompagnato da musiche evocative e scene quasi magiche, Enrico ricomincia dal principio, rico- mincia dal palcoscenico… praticamente ENRICOMINCIA, per darsi la chance di guardarsi dentro, sperando che il futuro gli regali emozioni forti mentre cerca di ritrovare e rinnovare se stesso.

​Una settimana per i giovani organizzata dai frati de Il Mandorlo di Rotella:

Fantastica esperienza per tutti i giovani dai 14 ai 30 anni. Il campo dei giovani si terrà a Offida (AP). I partecipanti dormiranno in una struttura, consigliamo di portare il materassino gonfiabile(consigliato) per dormire o chi preferisce il sacco a pelo. Per sapere la quota di iscrizione chiamare al numero della comunità 331/3834086. La quota comprende vitto, alloggio e maglia degli amici di Gesù. L’accettazione ci sarà Lunedì 7 dalle ore 9 di mattina per tutto il giorno. La location sarà la scuola materna più esterna a Offida a pochi km dal centro, in viale della Repubblica. È un esperienza indimenticabile, davvero molto forte. Si parte con qualche amico e si ritorna con almeno 200 amici, si arriva stanchi e si torna carichissimi di GIOIA! Chi ha già fatto il campo sa che è un’esperienza da non perdere! Utilizza il modulo riportato qui di seguito per le iscrizioni! Al termine dell’iscrizione ti arriverà una mail di conferma per assicurarti che è andato tutto a buon fine. Ti aspettiamo! Per chi non avesse la possibilità di raggiungerci con la macchina o mezzi, sono disponibili alcuni autobus che si possono prenotare, organizzati da noi. Gli autobus faranno più fermate lungo la strada, per maggiori informazioni, come costi e fermate contattare: – Autobus che parte dalla Campania: Patrizia 388.9789482 oppure 339.4273215 – Autobus che parte dal Molise: Davide 0865.413461 oppure 347.3322038

OFFIDA – Una ventata di internazionalità soffierà a Offida per fine agosto. Dal 25 al 27 torna l’appuntamento con l’International Fof (Figura Offida Festival) con 14 compagnie provenienti da tutto il mondo. “Riceviamo mail in continuazione da artisti che vogliono venire a Offida”, ha commentato con soddisfazione Remo Di Filippo della Compagnia Di Filippo Marionette che, insieme a Rhoda Lopez, è stato l’ideatore del festival e ne cura la direzione artistica. Quest’anno saranno ben 10 le nazioni rappresentate dalle compagnie e nei 3 giorni sono previsti 75 spettacoli, tutti gratuiti adatti a grandi e bambini. 
“Ripartiamo alla grande – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Isabella Bosano – dopo lo stop forzato dell’anno scorso dovuto al terremoto del 24 agosto. L’Amministrazione comunale ha creduto sin da subito all’evento che, oltre a curare a 360° l’aspetto culturale, diventa un festival di solidarietà con la grande parata del 26 agosto”.

Cinque i Comuni coinvolti nella parata, oltre a Offida ci sono Montefortino Acquasanta, Colonnella e Amandola, che hanno subito danni a causa del sisma.  Il 21 e 22 agosto si terranno dei laboratori gratuiti di marionette, burattini e lanterne per bambini (dai 4 ai 12 anni) nei comuni interessati, tenuti da Karen Korneth(Calliope Puppets) USA, e dal burattinaio scultore Sanjiva Margio, Australia. Saranno proprio le creazioni realizzate in quei giorni a sfilare per tutta Offida sabato 26 agosto. “Costruiremo anche dei pupazzi giganti – hanno spiegato Di Filippo e la Lopezalti da 4 a 6 metri, con cartone e altri materiali di riciclo. Gli altri spettacoli del Fof si fermeranno per far sì che i presenti si godano la sfilata che sarà illuminata dalla luce delle lanterne realizzate dai bambini, perché la luce è il simbolo della speranza”.

Il presidente della Pro Loco, Tonino Pierantozzi, ha voluto sottolineare il buon clima di collaborazione che si è creato intorno al Fof, che vede il contributo sia economico sia nel mettere a disposizione le proprie case agli artisti, di tanti offidani. L’international Figura Offida Festival, lo ricordiamo, è dedicato Alfredo Tassi, talentuoso artista offidano, venuto a mancare in giovane età.  

“Il Fof è una manifestazione che mi piace definire di arte totale – ha concluso il Sindaco Valerio Lucciarini – ne andiamo molto orgogliosi. Il lavoro della Pro Loco è davvero sorprendente perché oltre all’organizzazione esemplare di tutte le manifestazioni storiche offidane dimostra di saper puntare anche su nuovi eventi, addirittura di respiro internazionale”

(Red)