“In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi”, ultimo successo di Raffaella Milandri

La presentazione dell’ultimo e quarto libro di Raffaella Milandri, sabato 27 maggio all’Auditorium di San Benedetto del Tronto, ha avuto un ottimo gradimento. Condotta in maniera impeccabile dal giornalista Pier Paolo Flammini, con la introduzione dell’Assessore alle Pari Opportunità Antonella Baiocchi, con un graditissimo intervento musicale dei Faber Acustic, la presentazione è stata accessibile ai non udenti. 

Parlando di “In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi” si sono toccate le tematiche care alla autrice, attivista per i diritti umani: il rischio di estinzione dei popoli indigeni, la salvaguardia dell’ambiente, la necessità di “umanizzare” lo stile di vita moderno. Un incontro di due ore che ha incantato i presenti con le immagini dell’Alaska e con le tradizioni del popolo Inuit, e durante il quale si è esplorato il concetto profondo di libertà. “Un assaggio di libertà è guidare per 1000 km senza incontrare anima viva, e senza segnale sul cellulare. Ma la libertà vera, quella dello spirito, ha un costo molto alto. Purtuttavia, vale la pena di pagarlo”, dice la Milandri, che nel suo libro racconta due suoi viaggi avventurosi in Alaska, uno in estate e uno in inverno, tra cercatori d’oro, cacciatori di balene, e “uomini liberi”.

Parlando di pericoli, il giornalista Flammini ha chiesto se in Alaska ci siano più pericoli per una donna sola. “Il pericolo della natura selvaggia dell’Alaska-ha risposto l’autrice- è uguale sia per uomini che per donne: oggi siamo impreparati a basarci sui nostri cinque sensi per sopravvivere. Lassù nel profondo nord, siamo inermi di fronte alla Natura signora e padrona, che senza pietà violiamo e dissacriamo ovunque nel mondo”. (red)

​ANCONA E VENEZIA: E’ GRAN PREMIO DELL’ADRIATICO! 

ANCONA – Per una domenica, lo specchio d’acqua che unisce il Mandracchio alla Mole si trasforma in un’Arena del Mare! Tipicità in blu chiama Venezia e dalla laguna arrivano i campioni della regata storica, con le famose “mascarete”, barche a remi della tradizione veneziana che, per la prima volta, escono dai confini veneti per incontrare le “batane di Portonovo”.
Il Gran Premio dell’Adriatico prende il via alle 17.00, con la voce di Maurizio Socci a narrare l’incontro, tra storia e tradizioni, a colpi di remi!”. Sarà possibile seguire l’evento dal Marciaronda della Mole Vanvitelliana, con una vista privilegiata della regata e dell’area portuale. Ospite speciale la campionessa Gloria Rogliani, un personaggio di caratura internazionale nel mondo della voga storica, che condividerà questa inedita occasione con i “barcaioli” di Portonovo capeggiati da Edoardo Rubini. 

Sempre dall’Arena del Mare, per tutta la giornata continuano le mini crociere per la Baia di Portonovo, con degustazione a bordo. E la sera, a partire dalle ore 21.00, jazz in peschereccio!

Al Mercato Ittico continua invece la Crociera dei Sapori, con tanti assaggi direttamente dal blu dell’Adriatico proposti dai ristoratori di Portonovo. Per tutta la giornata, moscioli, crocette, sardoni e tante altre prelibatezze da gustare negli “approdi” golosi, insieme ai vini marchigiani ed al racconto dei pescatori degli Archi (dalle 15.00 alle 17.00). 

Alla Mole programma speciale a cura di Coop Alleanza 3.0 per i bambini, con i laboratori alla scoperta dei colori e degli odori dell’orto. Ai partecipanti verrà consegnato un coupon con agevolazioni per la mostra di McCurry e per le degustazioni al Blu Village, insieme ad un buono sconto per l’acquisto di prodotti ittici al banco delle Coop locali. Fruibili in giornata anche la mostra “Il cantiere di Ancona ai tempi di Badaracco” e quella su “Il mare dorico, le donne di Ancona” con il convegno “Il mare, le donne”.

Marina Dorica, a partire dalle ore 10.30, offre un tributo ad Orlando Grassoni e Riccardo Stecconi, con il talk show “Ancona e il mare, storie di vela”, che prevede anche la scopertura delle targhe dedicate ai due grandi personaggi anconetani. In città ultimo giorno per assaggiare i menù in blu e gli aperitivi di mare proposti dagli oltre ottanta operatori che hanno aderito al circuito di Tipicità in blu

Tutte le info su: www.tipicita.it

(red)

​A Monsampolo protagonisti i favolosi anni ‘50


MONSAMPOLO DEL TRONTO (Ap) – Torna anche quest’anno, in una rinnovata location, l’evento più retrò del sud delle Marche. Sabato 8 e domenica 9 luglio a Monsampolo del Tronto, si svolgerà Vintage Village “Un Borgo in festa”, la kermesse artistico-culturale che rievoca un’epoca di sogni, rinascita, musica ed esuberanza rockabilly sullo stile pin up: i favolosi anni ‘50.

L’iniziativa, organizzata dall’associazione 17Festival, con il patrocinio del Comune e la direzione artistica di Seventeen eventi, è ad ingresso libero, e vuole essere un volano per il territorio e un’occasione di coesione fra generazioni diverse, ponendo in evidenza la qualità delle strutture ricettive locali e dell’offerta turistica.

Per due giorni, la manifestazione porterà indietro nel tempo il borgo di Monsampolo del Tronto, e farà rivivere luoghi storici e suggestivi del centro storico e vie circostanti, che per l’occasione saranno allestiti con particolari scenografie, e ospiteranno esposizioni, spettacoli, giochi, un Drive In, musica degli anni ‘50, dal Rock’n’ Roll allo swing di provenienza nazionale e internazionale, insieme a degustazioni, aperitivi, cene a tema, truck food provenienti da tutta Italia, esposizione di oggetti di modernariato per appassionati del vintage, stand con Hair Style e Make Up per poter spersonalizzare acconciature e trucco, un giardino del gioco vintage, con clown, truccatrici e animatori con intrattenimento per i più piccoli, sfilata di auto d’epoca, live performances, workshop fotografici, percorsi di ballo, sfilate di moda. Un weekend “fifties style”, che nelle prime due edizioni, nel 2015 e 2016, ha registrato oltre 15000 presenze. 

L’Associazione 17Festival nasce dalla volontà di sensibilizzare alla solidarietà, affidandosi all’arte in tutte le sue sfaccettature (musica, fotografia, disegno, poesia, scultura) e promuove eventi culturali, tra i quali il “17Festival”, il “17 Contest” e il “Vintage Village”. 

Per informazioni: 339.8207220 – associazione17festival@gmail.com

(red)

Presentata la guida “Offida con gli occhi e le mani dei bambini”

OFFIDA – Presentata la nuova speciale guida della città, “Offida con gli occhi e le mani dei bambini”,  realizzata dagli studenti dell’Isc di Offida. “Un percorso con gli occhi dei bambini tra le bellezze di Offida”, così l’ha definita l’assessore alla Cultura, Isabella Bosano. Il progetto è nato all’Isc di Offida, grazie all’impegno dei professori Gabriella Calza, Tania Stracci, Giannino Damiani, Nella Cozzolino e Angelo Lucarelli, del preside Daniele Marini, si è avvalso della collaborazione di tutti gli studenti, sopratutto quelli delle quinte classi.

“Gli occhi dei bambini vedono ciò che gli adulti si sono disabituati a vedere: un percorso incantato alla scoperta di Offida – ha commentato Marini –  Un modo per rispondere, attraverso la cultura, al momento difficile che viviamo, sottolineando il valore dell’accoglienza sia per gli offidani che per chi viene da fuori. Propongo all’Amministrazione di inserire la guida, in formato digitale, nel portale del Comune”.

I bambini,  presentando il loro lavoro attraverso letture e slide, si sono definiti fortunati a vivere in un borgo così denso di storia, di arte, di folklore e enogastronomia e hanno ringraziato l’Isc di Offida perché sta insegnando loro il rispetto per le loro tradizioni.

“Offida con gli occhi e le mani dei bambini” è una guida adatta a ogni età: si può leggere per approfondire alcuni punti o si può seguire grazie alle innumerevoli illustrazioni destinate ai più piccoli, che contengono comunque le informazioni principali. È un percorso fatto di parole, giochi e fumetti.

“È incredibile come dopo mesi di sconforto per via del terremoto, questi bambini, invece di soffermarsi su ciò che è stato, si siano proiettati in avanti – ha commentato il Sindaco di Offida, Valerio Lucciarini –  Hanno fatto un lavoro davvero intelligente, dimostrando di aver capito che il turismo è una grande risorsa per il futuro di Offida. Questa guida è uno strumento necessario e innovativo. Non potevamo che finanziare la prima stesura e siamo disponibili a realizzarne una seconda”.

La guida sarà presentata alla comunità il prossimo 28 maggio, alle ore 16, presso la Sala Consiliare. (red)


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet 

​Mostra: “CUSTODI DEL CREATO. Per un’ecologia integrale”

La città di Ascoli Piceno organizza anche quest’anno l’APfamily “Naturalmente famiglia – L’uomo custode del creato”, la settimana dedicata interamente alla famiglia, il cardine su cui la nostra società si fonda e che come tale deve essere rispettata e sostenuta.

Si tratta di un’occasione di festa e di incontro, che vuole rappresentare una preziosa opportunità per riflettere ed approfondire tematiche importanti, allo scopo di poter individuare interventi, strategie e soluzioni sempre più adeguate alle esigenze delle famiglie.

Da sabato 28 maggio a domenica 4 giugno la manifestazione proporrà dunque molte occasioni di incontro e di riflessione, momenti di festa, di giochi e di divertimento. Per tutta la settimana parteciperà all’evento anche la Cooperativa Sociale Veritatis Splendor di San Benedetto del Tronto, con l’esposizione della mostra dal titolo “Custodi del creato. Per un’ecologia integrale”, presso la sala Area Archeologica del Palazzo dei Capitani.

La mostra che prende spunto dall’enciclica “Laudato si” di Papa Francesco – che rappresenta un aiuto importante alla riflessione sulla vera ecologia e all’assunzione di responsabilità nei confronti di tutto il creato – si propone di accompagnare adulti e ragazzi a considerare che tutto è un dono e non un possesso: da questa consapevolezza possono poi scaturire idee e stili di vita personali e comunitari che favoriscono un rapporto più corretto con la natura. Siamo tutti infatti chiamati ad essere custodi della nostra casa comune e ad educare le nuove generazioni a vivere questa responsabilità, nella consapevolezza che tutto è in relazione e che le dimensioni umane e sociali sono a fondamento dell’ecologia integrale.

La mostra, ad ingresso libero, si aprirà domenica 29 maggio alle ore 18 e potrà essere visitata tutti i giorni, fino a domenica 4 giugno, dalle 17 alle 19.30, il 31 maggio, il 3 e il 4 giugno anche dalle 10 alle 12.30. Per maggiori informazioni contattare il numero 3703494614. (red)