Le atmosfere di Pat Metheny, ipnotizzano il Palariviera

640px-Metheny

(Di Gorup de Besanez – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36591593)

di Alberto Premici

Nessuna sorpresa: tutto esaurito e concerto all’altezza delle aspettative. Protagonista un gigante del jazz-fusion che non ha tradito il suo pubblico, dando il meglio di sé. Pat Metheny ha scelto il Palariviera di San Benedetto del Tronto, per iniziare il suo tour 2017, che lo porterà in giro per il mondo.

Durante la performance, durata due ore e mezzo, l’artista statunitense ha riproposto una parte del suo sterminato repertorio, a partire dai brani storici della seconda metà degli anni settanta, sempre attualissimi.

Suoni ed atmosfere uniche, dolcezze armoniche e struggenti, contaminazioni classiche ed esotiche, hanno inebriato il pubblico, che ha seguito il concerto in religioso silenzio. Di particolare suggestione le sonorità create con l’utilizzo del synth per chitarra (Roland Gr 808). Il chitarrista non si è certo risparmiato, concedendo due bis finali.

Non sono mancati numerosi duetti con i musicisti che l’accompagneranno nel tour 2017: Antonio Sanchez, batterista innovativo dalla grande creatività, Gwilym Simcock, pianista e compositore leader del super gruppo The Impossible Gentlemen, e la giovane bassista australiana Linda Oh.

Metheny è protagonista indiscusso della scena internazionale, vincitore di ben 20 Grammy Awards (7 consecutivi con il Pat Metheny Group), duettando ed incidendo album praticamente con i migliori artisti: Jaco Pastorius, Paul Bley, Paul Motian, Hubert Laws, Roy Haynes, Miroslav Vitous, Dave Liebman, Eberhard Weber, Julius Hemphill, Billy Higgins, Milton Nascimento, Herbie Hancock, Steve Reich, Joshua Redman, Bruce Hornsby, John Scofield, Trilok Gurtu, Joni Mitchell, David Bowie, solo per citarne alcuni.

Da ricordare il sodalizio con Pino Daniele di cui, in una recente intervista, ha detto: “La sua perdita mi ha molto addolorato. Pino non era solo un grande artista ma anche una persona gentile e divertente. Quel tour poi è stato uno dei più emozionanti della mia vita. La band di Pino era di altissimo livello e abbiamo suonato in stadi strapieni davanti a decine di migliaia di persone. Raramente mi è capitato di sentire un legame così profondo fra un artista e il suo pubblico. Indimenticabile”.

Oltre 50 le altre città comprese nel tour mondiale. Tra le tappe italiane, Pat Metheny sarà oggi ad Assisi per un concerto il cui incasso sarà destinato alle popolazioni colpite dal sisma, segno concreto della sensibilità umana, oltre che artistica, del grande musicista.


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet