Offida e comuni del cratere: acqua gratis per 3 anni

Non è una sospensione, ma un vero e proprio azzeramento delle bollette dell’acqua.
I Comuni della provincia di Ascoli Piceno inseriti nel cratere del Terremoto per i prossimi tre anni non pagheranno l’acqua. Lo stabilito l’Autorità Garante con una delibera del 18 aprile 2017 resa nota oggi dal presidente del Ciip (Cicli Integrati Impianti Primari) Vettore di Ascoli Piceno Giuseppe Alati ai Comuni soci dell’azienda che gestisce la rete idrica nel Piceno e lo farà fino al 2047. 

Come Ciip non possiamo che adeguarci a quanto stabilisce questo decreto, anche se poi con lo Stato dovremo verificare bene il modo di attuarlo tenendo conto di un’utenza che non e’ solo quella familiare, ma anche industriale” spiega Alati. Si temono gli sprechi e gia’ si pensa a monitoraggi per evitarlo. “Dobbiamo ancora verificare cosa e’ successo nel sottosuolo alle condotte idriche, quanti danni sono stati causati dai terremoti. Non abbiamo contezza, per esempio, se andiamo verso un rischio approvvigionamento idrico nella prossima estate” aggiunge.

Il Ciip ha intanto stanziato 94 milioni per il nuovo acquedotto del Pescara e 13 milioni e mezzo per la ricerca di nuove fonti di approvvigionamento proprio alla luce dei danni causati dal Terremoto; 50 milioni serviranno per ripristinare la rete idrica e la rete fognaria nei 33 Comuni del cratere e 75 milioni per la manutenzione delle condotte. (Red)