Fondazione Ellepì, “ritroviamo casa per gioco”

Casa… dove sei? EduGame sulla scoperta e la riscoperta della casa
OFFIDA – Sabato 18 marzo la Fondazione Lavoroperlapersona per il terzo anno di seguito svolgerà un gioco educativo con le prime e le seconde classi delle scuole secondarie di primo grado di Offida. 

Un’esperienza che coinvolge tutti e che rappresenta la prima parte di un percorso che li condurrà a uno spazio a loro principalmente dedicato durante la tre giorni del Film Festival Offida, che si terrà a Offida da venerdì 15 a domenica 17 settembre. L’attività proposta vuole far riflettere i ragazzi sul concetto di casa, in particolare sul “ritrovare casa” anche in relazione al ritrovare la propria scuola e la propria stabilità, dopo mesi in cui i disagi provocati dal terremoto sono stati e continuano ad essere evidenti. La casa e la scuola, anche quando sono ferite, sono luoghi di apertura all’altro e di scoperta del mondo poiché, solo in questo modo, la storia e i ricordi che esse costudiscono possono ritornare ad essere vivi. 

La casa è il luogo del passato, del presente e del futuro. Il tema della ricostruzione sarà ripreso anche nell’apertura del Film Festival, uno spazio importante per riflettere sull’importanza del lavoro nella ricostruzione post-sisma, elemento determinante capace di generare legami, relazioni e opportunità capaci di far ripartire il territorio. Un tema molto sentito e caro alla Fondazione Lavoroperlapersona, essendo profondamente legata a Offida, dove è nata e ha sede presso i Laboratori didattici Museo Aldo Sergiacomi, e a tutto il territorio marchigiano.

Lo scopo del progetto è inoltre far sì che i ragazzi prendano confidenza, attraverso il linguaggio del gioco, dei molti livelli su cui è possibile riflettere sul concetto di casa, mettendoli a contatto con riflessioni importanti da molti punti di vista. A questo si aggiunge infine la volontà di promuovere il potenziamento delle competenze dei giovani, aprendo la comunità scolastica al territorio con il pieno coinvolgimento delle istituzioni e delle realtà locali. (red)


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet

Incontro: “Storia del pensiero conservatore. Dalla Rivoluzione francese ai giorni nostri”

26°incontro.jpgL’associazione culturale di volontariato “Das Andere” di Ascoli Piceno, invita al terzo evento del programma culturale 2017 “Futuro-Passato. Oltre il già detto”, alle ore 18 di domenica 19 marzo nella sala Cola dell’Amatrice (piazza della Verdura-ex pescheria):  il tema si incentra sulla “Storia del pensiero conservatore. Dalla Rivoluzione francese ai giorni nostri”,  dissertato dallo scrittore ed editore cesenate Francesco Giubilei.  Introduce l’incontro Nicoló Cingolani, modera Giuseppe Baiocchi, presidente dell’associazione.

Francesco Giubilei dialogherà sulla Storia del pensiero conservatore, il quale nasce alla fine del XVIII secolo in risposta alla rivoluzione francese e all’ideologia illuminista per contrastare lo spostamento progressista della società europea. Questo saggio traccia la storia culturale del conservatorismo dalle origini ai giorni nostri soffermandosi sull’Europa centro-occidentale e sull’Italia. Ponendoci le domande del “perché nel nostro paese non esiste un partito conservatore?”, e “quali sono le cause e le motivazioni storico, politico, culturali?” analizzeremo opere e profili biografici di decine di pensatori conservatori, sforzandoci di far emerge un quadro organico del conservatorismo europeo. Essere conservatori non significa restaurare il passato in modo aprioristico o rigettare in toto le innovazioni, ma rimettere in discussione il mondo contemporaneo dominato dal materialismo e dall’individualismo, dove i valori spirituali e il concetto di comunità sono ormai al crepuscolo.

L’associazione culturale onlus, apartitica, Das Andere,  si occupa essenzialmente di quella che si può definire “Cultura comunicativa”, analizzando nello specifico nove materie : Filosofia, Storia, Architettura, Arte, Geopolitica, Letteratura, cinematografia, società e musica. Attraverso incontri culturali tematici, si creano dei collegamenti con i problemi attuali sia italiani, sia Europei. Inoltre l’Associazione vuole dar spazio a giovani scrittori emergenti, con la promozione di libri e saggi, giovani architetti con la promozione di progetti emergenti (esposizioni) e mostre di giovani pittori. E’ attiva anche nell’ambito del sociale, dove si organizzeranno eventi sulle problematiche della società corrente.

Quest’anno l’associazione, arrivata in poco tempo a centotrentasei soci, ha stilato un programma culturale della durata di un anno, che ha preso il nome di “Futuro-Passato. Oltre il già detto”.  Info +39 3471041681

(red)


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet

Bonus diciottenni e credito d’imposta strumenti musicali

AP 279
Nella foto un musicista diversamente diciottenne, alle prese con un basso

Sono state rese note le indicazioni per gli studenti che intendono acquistare uno strumento musicale nuovo usufruendo del contributo previsto dalla Legge di bilancio 2017, sotto forma di sconto del prezzo di vendita praticato dal rivenditore o produttore.

Al fine di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale, l’articolo 1, comma 979 della Legge n. 208/2015, ha previsto in favore di tutti i residenti nel territorio nazionale, in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità, i quali compiono diciotto anni di età nell’anno 2016, l’assegnazione di una Carta elettronica dell’importo nominale massimo di euro 500 per l’anno 2016.

Con la Legge di Bilancio 2017 lo stesso beneficio è stato esteso anche ai soggetti che compiono diciotto anni di età nell’anno 2017, i quali possono utilizzare la Carta elettronica anche per l’acquisto di musica registrata, nonché di corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Inoltre, sempre per l’anno 2017, agli studenti iscritti ai licei musicali e agli studenti iscritti ai corsi preaccademici, ai corsi del precedente ordinamento e ai corsi di diploma di I e di II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica è prevista l’attribuzione di un contributo una tantum pari al 65 per cento del prezzo finale, per un massimo di euro 2.500, per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi.

info: Agenzia delle Entrate

(red)


Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet