OFFIDA – “Questa è una chiara impostazione per toglierci il tempo pieno dal prossimo anno e le scuole medie in avvenire”. Così l’assessore alla Scuola e alla Formazione, nonché vice Sindaco di Offida, Isabella Bosano, torna a commentate lo spostamento della direzione dall’Isc di Offida.
La Bosano è ferma e determinata a chiedere, al direttore generale dell’ufficio scolastico regionale delle Marche, la revisione del decreto 84 del 9 febbraio u. S., con il quale, senza interpellare i Sindaci degli istituti coinvolti, ha attribuito la sede legale del nuovo Isc alla Falcone-Borsellino. 

“Andremo davanti alla prefettura, se occorrerà – incalza l’assessore – organizzeremo anche un corteo, ma non permetteremo mai che ci portino via la scuola, o che cancellino tutto il lavoro fatto per farla diventare quello che è oggi. Lo dobbiamo alla nostra città, ai nostri bambini e ragazzi”.

L’Isc di Offida è una scuola che ha sempre difeso il Tempo Pieno attraverso dei progetti formativi in continuità tra scuola, famiglia e territorio mettendo al primo posto la difesa dell’ambiente con l’orto dei bambini, la produzione dell’olio per la mensa scolastica e il bosco in città. “È impensabile che possa rinunciarci”, sottolinea con forza la Bosano. E l’assessore torna a ribadire che fu lo stesso direttore generale a esprimere un parere favorevole alla costituzione della sede legale proprio a Offida, lo scorso 27 gennaio. “A tutt’oggi– continua – mi risulta incomprensibile il repentino cambio di rotta che ha visto sottrarre la presidenza a Offida, senza alcun confronto o giustificazione. Stiamo scherzando?! Non permetteremo che questa decisione ci piombi addosso senza fare nulla. Difenderemo con determinazione l’eccellenza che l’Isc di Offida è diventata nel tempo, grazie al lavoro di docenti e dirigenti. Non finisce qui!” .

(red)

Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet

Secondo i dati dei sismografi della rete di rilevamento dell’INGV, stamattina, alle 6,14, è stato registrato un terremoto nelle acque antistanti le Marche. La magnitudo stimata è di 3.4 della scala Richter con ipocentro fissato a circa 11 km di profondità. La scossa è stata avvertita a San Benedetto, Porto San Giorgio e Alba Adriatica. Nessun danno a persone e cose. Non sembra quindi arrestarsi l’attività sismica dopo le forti scosse di agosto e ottobre. Solo nella giornata di ieri sono state registrate 150 scosse da nord a sud d’Italia. (ap)
Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet