Offida, sisma: aggiornamento delle rilevazioni regionali e tavolo tecnico.

OFFIDA – Il commissario straordinario Vasco Errani, nella relazione tecnica che accompagna il decreto per la ricostruzione post terremoto, ha ufficializzato i comuni compresi nel cosidetto “cratere”. Marche – Elenco aggiornato: 12. Apiro (MC); 13. Appignano del Tronto (AP); 14. Ascoli Piceno; 15. Belforte del Chienti (MC); 16. Belmonte Piceno (FM); 17. Caldarola (MC); 18. Camerino (MC); 19. Camporotondo di Fiastrone (MC); 20. Castel di Lama (AP); 21. Castelraimondo (MC); 22. Castignano (AP); 23. Castorano (AP); 24. Cerreto D’esi (AN); 25. Cingoli (MC); 26. Colli del Tronto (AP); 27. Colmurano (MC); 28. Corridonia (MC); 29. Esanatoglia (MC); 30. Fabriano (AN); 31. Falerone (FM); 32. Fiuminata (MC); 33. Folignano (AP); 34. Gagliole (MC); 35. Loro Piceno (MC); 36. Macerata; 37. Maltignano (AP); 38. Massa Fermana (FM); 39. Matelica (MC); 40. Mogliano (MC); 41. Monsapietro Morico (FM); 42. Montappone (FM); 43. Monte Rinaldo (FM); 44. Monte San Martino (MC); 45. Monte Vidon Corrado (FM); 46. Montecavallo (MC); 47. Montefalcone Appennino (FM); 48. Montegiorgio (FM); 49. Monteleone (FM); 50. Montelparo (FM); 51. Muccia (MC); 52. Offida (AP); 53. Ortezzano (FM); 54. Petriolo (MC); 55. Pioraco (MC); 56. Poggio San Vicino (MC); 57. Pollenza (MC); 58. Ripe San Ginesio (MC); 59. San Severino Marche (MC); 60. Santa Vittoria in Matenano (FM); 61. Sefro (MC); 62. Serrapetrona (MC); 63. Serravalle del Chienti (MC); 64. Servigliano (FM); 65. Smerillo (FM); 66. Tolentino (MC); 67. Treia (MC); 68. Urbisaglia (MC).

Continuano intanto nel territorio del Comune di Offida, le verifiche da parte di tecnici e Vigili del Fuoco per determinare l’idoneità abitativa degli immobili pubblici e privati.

La Regione Marche ha aggiornato le rilevazioni dei comuni coinvolti che si attesta a 122: si passa a 299 zone rosse, 173 nel maceratese, 23 nel fermano 95 nel Piceno e 8 nell’Anconetano. 59 sono invece i municipi inagibili (32 nella provincia di Macerata, 7 di Fermo, 19 di Ascoli Piceno e 1 di Ancona). Le persone assistite sono ad oggi 26.460 in totale: di cui 8.985 in loco (palestre, capannoni, palazzetti); 9.755 mila in autonoma sistemazione e 7.720 in albergo.

Le attività produttive dichiarate inagibili sono invece 951, di cui 879 nel maceratese, 33 nel fermano, 35 nell’ascolano e 4 nell’anconetano. Le stalle inagibili sono 214, (110 nella provincia di Macerata, 18 in quella di Fermo, 33 nel Piceno e 53 nella provincia di Ancona).

Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ha chiamato questa mattina a raccolta a Palazzo Raffaello, tutti gli Ordini e i Collegi professionali delle Marche per illustrare nei dettaglio il decreto legge 205 dell’11 novembre e per coordinare le azioni tra Protezione civile, amministrazioni e professionisti. Sarà costituito un tavolo con un rappresentante per ogni Ordine professionale, da convocare a scadenze programmate per confrontarsi e condividere problemi, progetti e strategie.

Intanto una nuova scossa di magnitudo 3.9 è stata registrata alle 12:52 con epicentro tra Norcia e Castelsantangelo sul Nera. In alcune scuole sono scattate le procedure di evacuazione di bambini e ragazzi, come nell’istituto comprensivo ‘Malaspina’ di Ascoli Piceno. Non si segnalano ulteriori crolli o danni.

(ap)

Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet.