Link

Forte scossa di terremoto nelle Marche

26 OTTOBRE 2016

OFFIDA – Un terremoto di magnitudo 5,6 della scala Richter, con epicentro a Castel Sant’Angelo sul Nera (Val Nerina) è stato registrato alle ore 19,11. A peggiorare la situazione c’è al momento una pioggia insistente che, in alcune zone, ha caratteristiche temporalesche, soprattutto nell’ascolano.

Segnalati crolli a Visso, linee telefoniche isolate nel maceratese. Notizie ancora frammentarie. La scossa è stata avvertita in tutto il centro Italia e, nelle Marche, in particolare dall’anconetano all’ascolano. Avvertita anche a Roma, Arezzo e Perugia.

Paura comprensibile nelle zone colpite dal terremoto del 24 agosto.Gente in strada anche in Offida dove la scossa è stata nettamente avvertita. La S.S.Salaria è stata chiusa al traffico all’altezza di Arquata del Tronto.

Si segnalano altri crolli ad Amatrice ed Arquata del Tronto.Secondo il sismologo Alessandro Amato dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il terremoto avvenuto in serata è certamente collegato a quello del 24 agosto. Secondo le primi analisi la nuova struttura attivata si troverebbe a qualche chilometro più a nord della faglia attivata il 24 agosto.

Sergio Perozzi, sindaco di Amatrice: “Ci sono crolli, ma di edifici già lesionati. Stiamo facendo un giro per il territorio, non dovrebbero esserci stati feriti. Certo si risveglia la paura, pesa questa nuova scossa”.

Aleandro Petrucci, sindaco di Arquata: “Non ci sono danni a persone. Caduto un masso sulla Salaria che è stata momentaneamente interrotta. Ho fatto evacuare alcune persone che alloggiavano in un albergo. Il sisma è stato più violento di quello del 24 agosto”.

Il Presidente del Consiglio Renzi si è messo subito in contatto con il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

ore 20:30 – Antonio Filippini, dell’ufficio stampa della Protezione Civile: ” Al momento non vengono segnati feriti. Confermo la chiusura al traffico della SS.Salaria all’altezza di Arquata del Tronto”. Anche a Roma vengono effettuati controlli da parte dei Vigili del Fuoco in zona Nomentano e EUR a seguito di segnalazioni.

ORE 20.48 – Non si segnalano danni nel reatino. Forse due persone ferite lievemente a Visso, segnalate dal 118, a seguito di un crollo. Il sindaco di Amatrice Perozzi conferma che non ci sono feriti nel suo comune. Solo crolli di alcune case già lesionate dal precedente sisma di agosto. Sindaco Castelli di Ascoli Piceno: “Da noi nessun ferito o danno. Solo la frazione di Polesio isolata”.

ORE 21,13 – Il sindaco di Offida, Valerio Lucciarini: “Per procedure esclusivamente di carattere precauzionale, a seguito della scossa di terremoto registrata nel tardo pomeriggio, domani giovedì 27 ottobre 2016 le scuole di ogni ordine e grado di Offida rimarranno chiuse al fine di consentire sopralluoghi di verifica sui plessi scolastici”.

ORE 21,18 – Nuova forte scossa di magnitudo 5.9. Nuovi e più consistenti crolli nel maceratese. Sindaco di Ussita: “Molti crolli, danni dappertutto. Il nostro paese è distrutto. L’ultima scossa è stata terribile. Dobbiamo spostare i ricoverati nella casa di riposo che è danneggiata”.

ORE 21,58 – I soccorritori già presenti nelle zone colpite dal sisma odierno. A breve conferenza stampa della Protezione Civile a Rieti. Molti cittadini di Ascoli Piceno passeranno la notte in auto. Danni notevoli a Preci.

ORE 22,10 – Offida: attivato il COC (Centro Operativo Comunale) presso la sede del gruppo comunale di Protezione Civile di Offida. Per coloro che non se la sentono di rimanere nelle proprie abitazioni stiamo predisponendo la disponibilità, per l’intera notte, delle seguenti strutture comunali: – Casa del Quartiere Borgo Miriam – Casa del Quartiere San Barnaba – Rovecciano “Circolo Belvedere” – Casa del Quartiere Santa Maria Goretti “Circolo Elio Fabrizi” – Palazzetto dello Sport “Giovanni Vannicola”

ORE 22.25 – Protezione Civile, Curcio: “Alcuni feriti ed altri colpiti da malore. Stiamo già operando a Camerino e S.Angelo in Pontano. Nel reatino non ci sono situazioni di particolare gravità. Alcune zone senza corrente elettrica. Altri crolli nelle zone rosse colpite dal sisma di agosto. Stiamo in contatto con i Presidenti delle Regioni e con i Sindaci dei comuni colpiti. I mezzi di soccorso stanno arrivando ovunque, ma il maltempo non agevola le operazioni”. Pasqualino Piunti, Sindaco di San Benedetto del Tronto: “Al fine di consentire le opportune verifiche agli edifici scolastici, tutte le scuole di ogni ordine e grado e i nidi d’infanzia di San Benedetto del Tronto, rimarranno chiuse nella giornata di domani giovedì 27 ottobre”. Ministero dell’Interno: 41 le squadre dei Vigili del Fuoco già operative sul territorio.

IMG_20161026_232919.png

I principali comuni colpiti:

– CASTELSANTANGELO SUL NERA: è il paese più vicino all’epicentro della scossa di terremoto delle 19.11 è un comune di 318 abitanti della provincia di Macerata, nelle Marche. Nel suo territorio, nella zona del parco di monti Sibillini, si trovano le sorgenti del fiume Nera. Castelsantangelo sul Nera si trova in linea d’aria a 17 chilometri e mezzo a nord ovest di Arquata del Tronto, uno dei centri più colpiti dal sisma del 24 agosto. e a 12 km da Norcia. Si trova a 780 metri di altezza.
– VISSO: È il comune con più abitanti tra quelli interessati più direttamente dalla scossa odierna. Ha oltre 1.200 abitanti e si trova ad un’altitudine di 600 metri. Dal 1993, Visso è la sede del Parco nazionale dei Monti Sibillini, sempre nelle Marche.
– USSITA: conta circa 400 abitanti ed ha una serie di frazioni come Fluminata, Sasso, Pieve, Vallazza e Tempori, che formano adesso un unico centro abitato che ha assunto il nome di Ussita. Si trova ad un’altitudine di 774 metri. – PRECI: comune di circa 750 abitanti che si trova in provincia di Perugia in Umbria. Si trova sempre nella zona dei Simbruini a circa 600 metri di altezza.

ORE 22,55 – Crollato un campanile nel centro di Camerino; un solo ferito lieve. Interminabile lo sciame sismico dopo la prima scossa: sarebbero 30 quelle di assestamento in due ore. Al momento fonti ufficiali parlano di una sola persona ferita a seguito di un incidente stradale causato da caduta massi.

ORE 23.25 – Il sindaco di Fabriano invece comunica che ci sono otto feriti a seguito di un crollo. Il sisma è stato avvertito anche in Austria. Nel Comune di Ussita saranno 200 le persone che stanotte dormiranno in tenda. Sindaco di Castelsantangelo sul Nera: “Nessun ferito ma tante case distrutte. E’ un momento drammatico. Ci stiamo organizzando per trasferirci in qualche struttura lungo la costa”.

ORE 23.45 – Altra forte scossa alle 23.42, magnitudo 4,6. Epicentro Castelsantangelo sul Nera. Domani tutte le scuole delle Marche resteranno chiuse.

27 OTTOBRE 2016

ORE 00.10 – Protezione Civile, Curcio: “Non ci sono persone sotto le macerie. Verificate le strutture sanitarie, alcune evacuate. Non ci sono notizie “catastrofiche” e tutto sembra sotto controllo. Solo feriti lievi e alcune persone colte da attacchi di panico”.

palazzo rosso.jpgORE 11.00 – Ad Amatrice crolla il “palazzo rosso”, di quattro piani, diventato il simbolo del terremoto che ha sconvolto l’Italia lo scorso 24 agosto. Intanto non ha tregua lo sciame sismico: una nuova forte scossa, di magnitudo 4,4, è stata registrata alle 10:21. “Abbiamo qualcosa come due o tremila sfollati, e temo molte più abitazioni inagibili di quelle censite dopo il sisma del 24 agosto”, riferisce la Protezione civile marchigiana. Le repliche del terremoto sono state almeno 200, più di 30 quelle di magnitudo pari o superiore a 3, ha detto all’ANSA il sismologo Alessandro Amato, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Risolti i problemi alla rete elettrica nelle Marche e in Umbria. Le scosse di ieri sera sono state avvertite distintamente in un ampio raggio, anche a Roma dove la Farnesina è stata evacuata.

Al momento non si segnalano danni alle abitazioni di Offida, ma in mattinata l’Amministrazione Comunale provvederà alla verifica di tutti i plessi scolastici, dopo l’ordinanza di chiusura di ieri sera. Molti cittadini hanno preferito trascorrere la notte in auto o nei centri allestiti del Centro Operativo Comunale di Offida. Anche in Ascoli molta paura. Il sindaco Castelli: “La città è impazzita, abbiamo tutte le piazze piene di macchine e camper, gente che dorme in macchina. Tuttavia non ci sono stati danni rilevanti”.

(fotogramma da SkyTg24)

ORE 13.40 – Il sindaco di Offida, Valerio Lucciarini: “Effettuati i sopralluoghi degli immobili pubblici comunali. I plessi scolastici (Scuola elementare e  medie inferiori di Via Ciabattoni, scuola materna di Piazza Baroncelli, scuola elementare Via Repubblica) sono risultati nelle medesime condizioni di agibilità pre-sisma e, quindi, domani (venerdì 28/10/2016) tutte le SCUOLE di ogni ordine e grado saranno regolarmente APERTE. Stesse condizioni di agibilità sono state rilevate presso la struttura che ospita il servizio di nido d’infanzia “La baia di Peter Pan” in Via Martiri della Resistenza. Condizioni di criticità, invece, sono state rilevate nel Palazzo Comunale e nella Chiesa di Santa Maria della Rocca. Sono in corso, per questi due immobili, ulteriori analisi e verranno prodotte le conseguenti valutazioni”.

ORE 15.15 – Il bilancio ufficiale è di 4 feriti. La prima scossa ha fatto uscire in strada, tutti gli abitanti dei comuni colpiti, evitando un bilancio ben più drammatico per i crolli conseguenti alle scosse successive. I comuni più colpiti sono Visso, Castelsantangelo, Ussita e Preci. Non sembra rallentare lo sciame sismico che continua anche in queste ore. Sono centinaia le scosse registrate, alcune delle quali di magnitudo superiore a 3. Il sindaco di Visso sta organizzando il trasferimento dei cittadini in altre località anche della costa. Evacuati 240 pazienti dai nosocomi ritenuti non più idonei. I comuni delle Marche coinvolti dal sisma sono 30.

Il sito dell’INGV

PROTEZIONE CIVILE MARCHE

Alberto Premici

Ophis news – scarica gratis l’app per Android e resta sempre informato su notizie ed eventi di Offida direttamente sul tuo smartphone/tablet.

Categorie:Link