Offida, il poliambulatorio diventa Ospedale di Comunità

OFFIDA – Il poliambulatorio/potes di Offida sarà convertito in un Ospedale di Comunità.  L’ho ha anticipato il direttore dell’Asus Marche, Alessandro Marini, durante l’ultima Conferenza dei Sindaci di Area Vasta, che si è tenuta l’11 luglio. «Finalmente diamo seguito a quel processo iniziato nel 1997- commenta il Sindaco di Offida, Valerio Lucciarini- quando Offida, come pochi altri comuni della provincia, acconsentì alla chiusura del presidio ospedaliero per ristrutturare un poliambulatorio d’eccellenza a servizio del distretto dell’Unione dei Comuni della Vallata del Tronto»

L’11 luglio rappresenta una tappa fondamentale del percorso iniziato di riorganizzazione dell’assistenza sanitaria territoriale e renderà più completo e appropriato il servizio offerto al cittadino. L’Ospedale di Comunità è una struttura residenziale in grado di erogare assistenza sanitaria di breve durata, riservato a pazienti che non possono essere assistiti adeguatamente a domicilio perché afflitti da patologie croniche che necessitano di controlli o terapie particolari, anche in fase preterminale-terminale. L’Ospedale di Comunità di Offida opererà attraverso la presa in carico globale dei bisogni della persona assicurando ai pazienti continuità di assistenza tra ospedale e domicilio e piani di cura personalizzati.

“Noi eravamo pronti da anni – conclude Lucciarini – grazie a investimenti importanti di riqualificazione immobiliare e l’acquisto di attrezzature e mobili. Finalmente l’Asur Marche da seguito ad impegni rispetto alle decisioni virtuose di quasi vent’anni fa quando il nostro territorio, la nostra classe dirigente aveva realizzato spontaneamente quello che altri territori sono costretti a fare adesso. Solo rafforzando i servizi sul territorio si può davvero pensare di farci trovare pronti alla sfida decisiva che si chiama Ospedale Unico del Piceno”. (red)