Offida, Piceno Open e Sagra del Chichi

OFFIDA – Dal 1° al 3 agosto, dalle 18 alle 23, torna la kermesse Piceno Open – Vinea Qualità Picena, organizzata presso il monumentale ex-Convento di San Francesco, ora Enoteca Regionale delle Marche.

Protagonisti saranno i vini Doc e Docg del territorio piceno, insieme ai prodotti a denominazione protetta e controllata come l’Oliva Ascolana del Piceno Dop e il Vitellone Bianco Igp dell’Italia Centrale, in abbinamento a prodotti derivanti da agricoltura biologica fra cui l’olio extravergine di oliva.

Tra le novità presentate “Piceno Open in Tour”, un cartellone di percorsi sensoriali del gusto che coinvolgeranno quattordici aziende del territorio aderenti all’iniziativa: Società Agricola Ciù Ciù, Vinioffida Cantina PS, Cantina dei Colli Ripani, Fontursia, Azienda Agricola Montevarmine, Agriturismo La Regina delle More, Agriturismo Oasi Biologica, Cantine Capecci, Agriturismo Il Sapore della Luna, Tenuta la Riserva, Vigneti Vallorani, Cartofaro Agribiologica, Fattoria Case Rosse e Vini Pantaleone.

Sabato 2 e domenica 3 agosto, si rinnova invece l’appuntamento con la sagra del Chichì ripieno, una delle più antiche sagre del piceno, giunta alla 48a edizione, organizzata dalla Pro-Loco offidana. Dalle 18,00 in poi, nella centrale Piazza del Popolo, degustazione della particolare pizza farcita, cena e musica live.

Chichi è una voce dialettale offidana che sta a significare focaccia o schiacciata o cacciannanzi. Consiste in un pezzo di pasta del pane tirata a forma bassa e sottile. Viene farcita con tonno, alici, capperi e peperoni tritati, e cotta in forno caldo. L’alta temperatura agisce sulla superficie trasformando una parte dell’amido in destrina,che si caramella,assumendo un colore bruno, mentre l’altra si torrefà, conferendo una certa durezza. Acquista, così, fragranza e consistenza croccante anche per scarso contenuto di mollica, non essendoci stata lievitazione.

Alberto Premici