Link

Mons. Giovanni D’Ercole nuovo Vescovo di Ascoli Piceno

Papa Francesco, ha nominato Sua Ecc.za Mons. Giovanni D’Ercole vescovo di Ascoli Piceno. Mons. Entrato nella Piccola Opera della Divina Provvidenza, viene ordinato sacerdote il 5 ottobre 1974. Dopo aver frequentato l’istituto teologico della sua congregazione, compie gli studi di filosofia e di teologia presso la Pontificia Università Lateranense e consegue la licenza e il dottorato in Teologia morale presso l’Accademia Alfonsiana della Pontificia Università Lateranense in Roma.

Dal 1976 al 1984 è missionario in Costa d’Avorio dove è parroco e vicario episcopale a Grand-Bassam e professore di Teologia morale presso il seminario maggiore ad Anyama, vicino alla capitale Abidjan. Al rientro in Italia viene nominato parroco della parrocchia di Ognissanti a Roma. Dal 1985 al 1987 ricopre la carica di padre provinciale nella sua congregazione, occupandosi di gestire il Centro-Sud Italia.

Dal 1987 al 1990 è chiamato da papa Giovanni Paolo II a ricoprire l’incarico di vicedirettore della Sala Stampa della Santa Sede, allora diretta da Joaquín Navarro-Valls. Nel 1990, su chiamata dell’allora cardinale segretario di Stato Agostino Casaroli, entra a lavorare nella Segreteria di Stato della Santa Sede e nel 1998 viene nominato capo ufficio della prima sezione Affari Generali della Segreteria di Stato, incarico che mantiene fino al 2009. Il 14 novembre 2009 viene nominato vescovo ausiliare dell’arcidiocesi dell’Aquila e titolare di Dusa.

Riceve la consacrazione episcopale il 12 dicembre 2009 nella basilica di San Pietro in Vaticano, con mons. Jean Laffitte e mons. Mario Toso, dal cardinale Segretario di Stato Tarcisio Bertone. Lo stesso giorno viene nominato vicario generale dell’arcidiocesi dell’Aquila. Il 12 aprile 2014 viene nominato vescovo di Ascoli Piceno.

Nella sua attività pastorale come predicatore e comunicatore presenzia ad importanti convegni e meeting in Italia e all’estero, viaggiando molto soprattutto negli Usa e in Africa. Nel maggio 2011 interviene a Bruxelles ad un simposio sull’impatto sociale del dolore cronico promosso dal Parlamento europeo. Conosce e parla diverse lingue: inglese, francese, spagnolo, portoghese e russo.

20140412-135230.jpg

Categorie:Link