Libro e mostra per i borghi più belli delle Marche tra cui Offida

La Chiesa della Pietà di Montelupone ospiterà sabato 13 luglio 2013 alle ore 18 la presentazione del volume “I Borghi più belli delle Marche”: un’opera pregevole e raffinata curata dal critico d’arte Alvaro Valentini e composta da 95 disegni in bianco e nero dedicati a ognuno dei 19 centri marchigiani che possono fregiarsi della certificazione di “Uno dei Borghi più belli d’Italia”. Gli scorci sono realizzati a china a mano libera da Gianni Compagnoni, artista di Treia che dopo anni passati per lavoro in giro per il mondo ha deciso di dedicarsi alla sua passione per la pittura ed ha già realizzato diverse mostre personali: con la presentazione del libro, saranno esposti fino a domenica 21 luglio tutti i disegni originali insieme ad altre splendide opere dell’artista.

“I Borghi più belli delle Marche” ritrae in maniera insolita ed affascinante piazze, monumenti, chiese, vicoli che sono la caratteristica peculiare della nostra regione: ad essere rappresentati sono i centri di Cingoli, Corinaldo, Esanatoglia, Gradara, Grottammare, Matelica, Mondavio, Montecassiano, Montecosaro, Montefabbri di Colbordolo, Montefiore dell’Aso, Montelupone, Moresco, Offagna, Offida, San Ginesio, Sarnano, Treia e Visso, per un totale di 95 splendide vedute accanto alle quali sono inserite informazioni storiche, artistiche, culturali e turistiche. “In ogni borgo mi sono recato più volte – spiega Gianni Compagnoni – per scegliere gli scorci, fotografare, realizzare i disegni preparatori e raccogliere la documentazione necessaria per le pagine sulla storia e i monumenti dei diversi centri.

Così ho potuto apprezzare le bellezze naturali e le prerogative storico-culturali di ogni centro: spesso, troppo presi dalla vita frenetica, non ci accorgiamo delle infinite bellezze del territorio, in grado di darci tanta serenità a condizione che riusciamo a coglierne l’essenza e la profondità”. In questi 95 disegni a inchiostro di china rivivono così alcuni degli angoli più incantevoli, tipici e peculiari delle Marche: ammirarli è senz’altro un modo nuovo e originale per farli conoscere non solo ai turisti, ma anche ai marchigiani che ancora non li hanno scoperti. La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 13 (lunedì escluso), dalle 16 alle 20 e, durante il weekend, dalle 21,30 alle 24. (Fonte: http://www.cronachemaceratesi.it)

20130713-173438.jpg