Specialità culinarie offidane in mostra

Offida – Chiuso il 2011 con “baccalà, stoccafisso e magnapà”, si inizia il 2012 con “gallina vecchia fa buon brodo”. Stiamo parlando di iniziative culinarie ideate e realizzate dall’associazione ristoratori di Offida (Aro), molto apprezzate e onorate dai buongustai. L’Aro è appunto l’associazione che riunisce i dieci ristoranti di Offida, presieduta dallo chef del ristorante-osteria Ophis, Daniele Citeroni. E’ partita nel dicembre del 2010 con il popolare slogan “A Ufid s’ spènn puoc e s’ magna bè” (Ad Offida si spende poco e si mangia bene) ed è stato subito successo. “L’intento – dice il presidente – è quello di lavorare all’unisono tra di noi, soprattutto, in occasione di particolari eventi, predisponendo menù e costi concordati. Con il nostro operato vogliamo promuovere nel modo migliore le specialità culinarie locali e nello stesso tempo andare incontro agli avventori facendo risparmiare sui prezzi, proponendo anche menù turistici”. Prossimo appuntamento venerdì 27 gennaio, alla Vinea, per la cena “gallina vecchia fa buon brodo”. (Fonte: Corriere Adriatico)