Link

Due giorni sui pedali. L’impresa di Lucarini

Arrivare tra i primi trenta su cinquemila partecipanti alla gara ciclistica amatoriale Parigi – Brest – Parigi, non è certamente una impresa che riescono a compiere in tanti. Il nostro quarantacinquenne offidano, Vincenzo Lucarini, è tra quelli che ce l’ha fatta. Lui, amante della bicicletta, è stato infatti prescelto e chiamato a partecipare al prestigioso appuntamento sportivo che si svolge ogni quattro anni in Francia. La Parigi – Brest – Parigi è nata come gara per professionisti nel lontano 1891, quando venne ideata da Pierre Giffard e organizzata dal quotidiano specializzato “Auto-Vélo”. La massacrante corsa ciclistica si è svolta ogni dieci anni, dal 1891 al 1951, su di una distanza complessiva di circa 1.200 chilometri. L’ultima edizione, aperta ai professionisti, è stata quella del 1951. Per l’equipe, che organizzava l’evento, infatti, risultava sempre più complicato riuscire a reperire i concorrenti per farla svolgere. Dal 1951, quindi, è diventata una corsa amatoriale ed è organizzata e disputata ogni quattro anni. Vincenzo Lucarini, dopo aver raggiunto la capitale transalpina in aereo, è partito, in sella alla sua bicicletta, il 21 agosto alle 16.24 ed è arrivato il giorno 23 alle 17.57, compiendo i 1.230 chilometri del percorso in 49 ore e 32 minuti, alla media di 24,8 chilometri orari. Non esiste una classifica vera e propria in quanto si tratta di una Randonnée, ma Vincenzo è stato un grande, è arrivato intorno alla trentesima posizione. Gli iscritti erano più di 5.000, coloro che sono riusciti a portare a termine l’impresa sono stati circa 4.000. Il quarantacinquenne ciclista offidano è riuscito a completare il percorso prestabilito senza dormire per due giorni. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore: Nicola Savini)

Categorie:Link