Offida, il quartiere Ciafone in festa

1890365_10205914573896488_945651980529135502_o

OFFIDA – “Riviviamo la festa di campagna avvolti da un’atmosfera agreste e dalla splendida cornice delle campagne ciafoniche. Il profumo delle ginestre e del fieno di primo taglio si fondono con l’allegro suono dell’organetto e il fresco ristoro di un panino con la porchetta e un bicchiere di Passerina“. Così i giovani organizzatori di Borgo Miriam presentano “Ciafone in festa“, manifestazione che avrà luogo domenica 21 giugno, pressola Chiesa dei SS.Filippo e Basso. Programma religioso: ore 16.00 – S.Messa. Programma Ricreativo: dalle ore 8:  MINIMARATONA e PASSEGGIATA da S.Filippo a S.Basso sulle vie dei nostri antenati accompagnati da guida naturalistica… Dalle ore 16 fino a notte: merenda con porchetta, frittelle e molto altro ancora. Previsti giochi popolari ed intrattenimenti vari, come un raduno di moto d’epoca. Dopo le 20: “accendiamo il braciere” e fino a tarda notte “DJ SET” con balli di gruppo. Durante la festa verrà eletta “Miss Fasc’chetta d’ Rà”, aperta a tutte le “donzelle” dai 15 ai 90 anni, è d’obbligo quindi il vestito a “festa” della vecchia tradizione con copricapo.

(ap)

Sanità, Narcisi: “Senza risorse non si riorganizza l’emergenza”

foto mario giornale

di Mario Narcisi (*)

La riorganizzazione dell’emergenza sanitaria nell’AV n.5.

E’ veramente avvilente e destabilizzante per i cittadini seguire, in questi giorni , i commenti e  le discussioni  sul “ Progetto sperimentale di riorganizzazione dell’Emergenza sanitaria” proposto dalla Direzione generale dell’AV n.5  nei  nostri due  Presidi Ospedalieri di Ascoli e San Benedetto.

Ancora una volta assistiamo a un Progetto che non avrà come obiettivo l’efficacia e l’efficienza della prestazione sanitaria  ma solo il risparmio economico giustificato dalle scarsezza delle risorse che la Regione destina al Piceno. In sintesi la riorganizzazione proposta ingloberà il Sistema del 118 nella gestione dell’attività  ambulatoriale verso gli utenti che accedono al Pronto Soccorso, per ridurre le lunghe fila di attesa.

Questa sbrigativa soluzione distruggerà due Servizi, quello del Sistema dell’Emergenza Territoriale – C.O. 118  e quello del Sistema del Pronto Soccorso-Accettazione e Medicina d’Urgenza. Due Servizi sanitari  con due distinti Primari. Due Servizi, uno Territoriale e uno Ospedaliero, distanti per approccio alle problematiche sul campo, distanti per preparazione e attitudine diversa degli Operatori  e, ancora, sprovvisti, per lo più, di una Specializzazione universitaria specifica comune.  Un conto è agire in Pronto Soccorso con la disponibilità di qualsiasi consulenza , un conto è agire sulla strada e,  fino a quando non saranno uniformate le norme giuridiche, il prospettato scambio dei ruoli tra i Medici dei due Servizi sarà molto scarso, nonostante “la sanatoria” di una Legge regionale e una DGR “fatta ad hoc”.

Al di là delle ottimistiche previsioni dei Direttori delle due Strutture complesse di Pronto Soccorso di AP e SBT , ci sembra  improbabile , per esperienze già fatte , che ciò possa realizzarsi senza l’apporto di nuove risorse.

Nella situazione in cui si trova la A.V. n.5,  l’unica dove non è stato possibile distinguere “le funzioni” dei due Ospedali esistenti e dove i piccoli Ospedali sono stati chiusi a differenza di quelli dell’A.V.di Pesaro dove sono stati svuotati ad arte per ospitare Società private dentro gli Ospedali pubblici,  difendere il Sistema dell’Emergenza Territoriale  sarebbe rientrato nello specifico compito della Direzione dell’AV 5, dal momento che la Regione ha voluto riorganizzare gli Ospedali in Reti Cliniche  e , a maggior ragione,  dopo che nell’Avn.5 ( unica nella Regione ) sono stati creati due “Ospedali monchi “ , quello di AP e di SBT,  più costosi e più pericolosi perché bisognevoli di consulenze e di maggiori trasferimenti e interventi urgenti in autoambulanza, creando la figura del “malato a quattro ruote”.

Quindi , non si tratta di essere attaccati , come dice la Direzione dell’AV.5 , a privilegi o alla vecchia divisione funzionale, ma si tratta di preservare un Servizio sanitario fondamentale per il nostro Territorio.

Siamo stanchi di queste sperimentazioni. La nostra AV, per sopperire alla carenza di risorse, sembra che sia impegnata sempre in un “Concorso di idee” con l’aspettativa di un premio finale.

Solo qui si fanno le sperimentazioni  ( perché  la nostra AV.5 è stata individuata dalla Regione come AV sperimentale ) in quanto  solo qui si è dovuto ripiegare su “un Ospedale su due sedi” e tutto è partito da quando ci hanno tolto i fondi per l’Ospedale Unico del Piceno.  Mentre qui  si è costretti a fare le sperimentazioni sulla pelle degli operatori e dei cittadini, la Città di Ancona  può contare su  due poli ospedalieri, uno a Nord (rappresentato dall’attuale Ospedale Regionale di Torrette) e uno a Sud (rappresentato  dal nuovo Inrca e dall’Ospedale dell’area metropolitana Ancona sud , in fase di realizzazione) e ora vorrebbero anche rifare l’Ospedale Salesi nuovo, nonostante a Torrette ci sia spazio a sufficienza per ospitare l’Ospedale dei bambini.

Se siamo in una Regione dove tutti i cittadini dovrebbero usufruire in egual modo del servizio sanitario, i soldi destinati al Salesi dovrebbero essere dirottati all’AV. 5 per costruire, nel Piceno, il Polo ospedaliero Marche Sud.

Sicuramente il Presidente Ceriscioli, a cui va il nostro più caloroso augurio di buon lavoro, saprà riconoscere questo divario, ricordando la sua determinazione quando minacciava, dalle cronache dei giornali del 14 –2-2014, l’Assessore Mezzolani per avere quanto dovuto all’Ospedale di Pesaro.

(*) Dott. Mario Narcisi – Ex Direttore del DEA dell’Ospedale di S.B.T. e Rappresentante territoriale dell’AAROI-EMAC (Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani e Medici Emergenza Accettazione)

Offida, quartiere S.Barnaba in festa

san barnaba

OFFIDA Torna la festa di San Barnaba, organizzata nell’omonimo quartiere, dal Comune di Offida in collaborazione con il Circolo Culturale Ricreativo Belvedere. La manifestazione è prevista dal 12 al 14 giugno, ma nella serata dell’11, alle 21, verrà celebrata la santa messa presso la Parrocchia Maria SS. Assunta. Domenica 14, alle ore 18:30, si terrà un seminario dove si parlerà di una nuova opportunità per l’agricoltura, l’edilizia, la farmaceutica e l’alimentazione: la canapa. Verrà presentazione la filiera, i cenni storici, le caratteristiche e la coltivazione della canapa industriale, i derivati della canapa, gli utilizzi e le potenzialità. Saranno presenti Edilcanapa e Hemp Farm.

Nelle tre giornate della festa, inoltre, sarà attivo lo stand gastronomico con gnocchi casarecci ai funghi, ortolana al ragù, trippa, arrosticini, pesce fritto, frittelle con prosciutto, olive e patate fritte. Il tutto accompagnato da bevande e dai tipici vini offidani. Previsto per le 21 di ogni sera, un intrattenimento musicale: il 12 giugno ci sarà il Karaoke, sabato 13 sarà la volta della Sergio Napoletani band e domenica 14 la musica di Maurizio e Riccardo Group.

(red)

L’AVIS offidana festeggia il 55° anniversario

image2.png

OFFIDA – Domenica 21 giugno 2015, l’attiva sezione locale dell’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue), festeggerà il suo 55° anniversario della fondazione avvenuta il 29 giugno 1960. Il programma prevede alle ore 9:00 il ritrovo dei partecipanti ed un coffee di benvenuto presso il Piazzale del Donatore Avis, alle ore 9:00 sfilata dei Labari, la deposizione di una Corona al Monumento ai Caduti, accompagnati dal Corpo Bandistico “Città di Offida”. Alle ore 10:00 SS.Messa celebrata da Mons.Luciano Carducci e Don Mariano D’Ercoli presso la Chiesa di S.Agostino con la partecipazione della Corale della Collegiata di Offida. Alle ore 11:15 incontro dei partecipanti al Chiostro dell’ex Convento di San Francesco (Vinea), durante il quale interverranno autorità locali e consegna di attestati di riconoscenza ai donatori benemeriti. Seguirà un’esibizione del Corpo Bandistico “Città di Offida”. Alle 13:00, sempre nel salone dell’ex convento di San Francesco, pranzo sociale.

L’Avis è un’Associazione di volontariato costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. E’ un associazione apartitica, aconfessionale, senza discriminazione di razza, sesso, religione, lingua, nazionalità, ideologia politica ed esclude qualsiasi fine di lucro e persegue finalità di solidarietà umana. Fondata a Milano nel 1927 dal dott. Vittorio Formentano, costituitasi ufficialmente come Associazione Volontari Italiani del Sangue nel 1946, riconosciuta nel 1950 con una legge dello Stato Italiano, l’AVIS è oggi un ente privato con personalità giuridica e finalità pubblica e concorre ai fini del Servizio Sanitario Nazionale in favore della collettività. Fonda la sua attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia e della partecipazione sociale e sul volontariato quale elemento centrale e strumento insostituibile di solidarietà umana.

Info: 0736 880751 – 338 5636266 – offida.comunale@avis.it

(ap)

Offida – Fondazione Ellepì, CAMPUS ESTIVO 2015

CAMPUS 2015

1) ArtLaB Arte e Lavoro per Bambini

A chi si rivolge Il Programma ArtLaB, organizzato dalla Fondazione con il patrocinio e il sostegno del Comune di Offida e in collaborazione con , è riservato ai bambini iscritti alle classi delle scuole primarie presenti nel territorio comunale, divisi in piccoli gruppi. Finalità e contenuti – Sensibilizzare i bambini al fascino della “creazione”, impegnandoli in laboratori creativi e manuali, attraverso l’utilizzo di alcuni linguaggi dell’arte, come la pittura, il disegno, ecc. – Sostenerli nell’educazione alla relazione, facendo vivere loro un’esperienza sociale giocosa e creativa, attraverso lavori individuali e di gruppo. – Promuovere l’educazione al rispetto dei lavori e della diversità, facendo comprendere ai più piccoli il valore di tutti i mestieri e professioni, la loro interdipendenza e utilità per rispondere ai bisogni dell’umanità. Quando A giugno 2015, da martedì 23 a sabato 27. Le attività didattiche si svolgeranno, per le diverse classi, la mattina o il pomeriggio. Dove Presso la sede della Fondazione Lavoroperlapersona (Via F. Fabiani, 24 – 63073 Offida). Per informazioni Rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Offida (responsabile d.ssa Serena Antonelli), in Via Roma 15 (tel. 0736.888706) o scrivere a cultura@comune.offida.ap.it Ci si può anche rivolgere alla Fondazione Lavoroperlapersona, scrivendo a info@lavoroperlapersona.it o chiamando il numero 333.5853509 (Sara D’Angelo) o il 328.4642756 (Mario Losito).

2) Ensemble Laboratori musicali per educare all’ascolto

A chi si rivolge A un gruppo di dodici adolescenti che frequentano le scuole secondarie di primo grado di Offida Finalità e contenuti Il Programma Ensemble intende sviluppare la capacità di ascolto dei più giovani. Organizzato con il Patrocinio e il Sostegno del Comune di Offida e con il Patrocinio della provincia di Ascoli Piceno, l’iniziativa formativa mira a valorizzare – secondo l’approccio educativo umanistico – i differenti linguaggi dell’arte (musica, pittura, scultura, letteratura, teatro, ecc.), considerandoli strumenti per approfondire la conoscenza dell’uomo. Alla finalità di educare gli allievi alla relazione con l’altro, si accompagna quella di allenare i partecipanti alla pratica del rispetto dei diversi punti di vista, valorizzando “l’equilibrio tra le parti”, il lavoro condiviso e la coralità delle azioni, incentivando così i più giovani a fare dell’ascolto una pratica personale e un sistema di vita. Quando A luglio 2015, da lunedì 13 a mercoledì 15. Le attività didattiche si svolgeranno il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. Dove Presso gli spazi dei “Laboratori Didattici Museo Aldo Sergiacomi”, sede della Fondazione Lavoroperlapersona, in Via Ischia, 24 a Offida. Per informazioni Rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Offida (responsabile d.ssa Serena Antonelli), in Via Roma 15 (tel. 0736.888706) o scrivere a cultura@comune.offida.ap.it Ci si può anche rivolgere alla Fondazione Lavoroperlapersona, scrivendo a info@lavoroperlapersona.it o chiamando la project leader, Sara D’Angelo, al numero 333.5853509.

3) Crescere insieme

A chi si rivolge A un gruppo di giovani che hanno concluso il terzo e il quarto anno delle scuole secondarie di secondo grado. Finalità e contenuti Il Programma Crescere insieme, attraverso lezioni, laboratori e discussioni, sostiene i giovani in una fase importante della loro vita. Dovranno fare scelte significative, sia se continueranno l’impegno negli studi all’università, sia se affronteranno da subito il mercato del lavoro. In entrambi i casi saranno esposti a modelli organizzativi nuovi e complessi, dove impareranno a conoscere stili di relazione e autorità ancora non sperimentate. L’idea formativa che ispira il programma è allenare i giovani a una mentalità collaborativa, facendo loro apprezzare i benefici di tale approccio per gli individui e la società. In questa prospettiva, saranno sviluppate competenze di team work, attraverso lavori di gruppo e con l’aiuto di educatori della Fondazione Lavoroperlapersona. L’iniziativa educativa vuole anche essere l’occasione per discutere con i giovani di modelli di leadership inclusivi e di valorizzazione dell’altro. Quando A giugno 2015, da venerdì 26 (09.30-13.00 e 14.30-18.00) a sabato 27 (09.30-13.00). Dove Presso gli spazi dei “Laboratori Didattici Museo Aldo Sergiacomi”, in Via Ischia, 24 a Offida. Per informazioni Per i giovani e le famiglie interessate di Offida rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Offida (responsabile d.ssa Serena Antonelli), in Via Roma 15 (tel. 0736.888706), o scrivere a cultura@comune.offida.ap.it Ci si può anche rivolgere alla Fondazione Lavoroperlapersona, scrivendo a info@lavoroperlapersona.it o chiamando il numero 347.6413159 (Sara Mormino) o il 328.4642756 (Mario Losito).

(ap)

Offida, tutto pronto per il Sieber Music Camp

11332499_10205672107273386_1416523837_o

OFFIDA – Dal 15 al 20 giugno 2015 si svolgerà la 4a edizione del Sieber Music Camp, presso la palestra dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Offida, dalle ore 9.00 alle 13.00. L’evento, organizzato in collaborazione con Il Comune di Offida, è un modo di vivere la musica fisicamente ed emotivamente, attraverso un’esperienza creativa e collettiva che coinvolge gesto movimento, scansione verbale in italiano ed inglese, vocalità e strumentario musicale. Il corso sarà tenuto dai docenti dell’Istituto Musicale “Giuseppe Sieber” di Offida: Su Hyun Han (inglese, canto e musica), Marcello Piccinini (percussioni), Sonia Maroni (attività motorie), Pierpaolo Pica (jazz for kids), Alessandro Straccia (musica, attività costruttive). Il costo totale del corso, rivolto ai ragazzi/e dai 6 ai 13 anni, è di 50 €, comprensivo di tutto il materiale didattico, con uno sconto del 30% per i figli dal secondo in poi.

Per info ed iscrizioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Offida (tel. 0736 982428) o presso la segreteria dell’Istituto Sieber (tel.0736 889093). Le domande di adesione, che scadranno il 10 giugno 2015, possono essere presentate presso l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune di Offida, sito in Via Roma, 15 dove sono già reperibili i relativi moduli. Il corso si concluderà con lo show ad ingresso libero, del fantasista Alex.

Alberto Premici

La SCA Offida mette in palio il “Bracciale del cronoman”

SKMBT_C25015060318150

OFFIDA – La Società Ciclistica Amatori di Offida ha organizzato per sabato 6 giugno 2015, con inizio alle ore 14,00, la gara ciclistica a cronometro “Bracciale del cronoman”, che si svilupperà lungo la S.P.Mezzina sino alla rotonda di Villa Valentino, con partenza ed arrivo dai giardini in Viale della Repubblica di Offida. L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Offida, la Provincia di Ascoli Piceno e la F.C.I. (federazione Ciclistica Italiana). Gli organizzatori comunicano che il tratto di strada scelto per la competizione, resterà chiuso al traffico dalle ore 13,30 alle ore 17,30. La SCA Offida ringrazia gli sponsor e tutti i collaboratori che contribuiranno alla riuscita della manifestazione sportiva.

(ap)